Caccia al biglietto per l’autobus Atb: «Si possono comprare on line

Caccia al biglietto per l’autobus
Atb: «Si possono comprare on line

Atb le aveva promesso emettitrici a bordo dei bus per fine 2014: «Siamo impegnati nella procedura di aggiudicazione della gara per la fornitura di emettitrici automatiche anche a bordo autobus».

Porta Nuova, sabato 5 settembre ore 19,45. Bellissima serata, centro invaso dalla gente, moltissimi i turisti. Parecchi di loro vogliono raggiungere Città Alta, c’è chi lo fa a a piedi o almeno fino alla funicolare e chi invece si avvia alla fermata dell’autobus davanti alla chiesa delle Grazie. Tempo d’attesa 2 minuti, segna il display: tempo 2 minuti e l’autobus 1A per Colle Aperto fa capolino da viale Papa Giovanni. Servizio europeo verrebbe da dire, considerato che da pochi minuti era passato un altro autobus: un ottimo modo per frenare l’assalto dei mezzi privati, un’ottima offerta.

I nuovi colorati biglietti dell'Atb

I nuovi colorati biglietti dell'Atb

Ma una volta saliti a bordo, ecco la sorpresa. Diversi turisti sono senza biglietto, e non sanno come procurarselo. Gli uffici Atb sotto i propilei sono logicamente chiusi, l’edicola pure: quello che non appare logico è che alla fermata dell’autobus per Città Alta non ci sia un’emettitrice automatica di biglietti, come in ogni città che si dice europea. I turisti ne prendono atto e con la loro bella banconota da 5 euro salgono in vettura convinti di poter acquistare il biglietto, ma l’autista non ne vende. Ergo, giù tutti, con molta cortesia naturalmente, e senza polemiche da parte dei turisti un attimo basiti ai quali il solerte conducente indica la soluzione. L’unica. L’emettitrice automatica di biglietti collocata sotto la pensilina di Porta Nuova zona Nessi per intenderci: la sola in tutta la zona, e comunque non indicata in nessuna delle altre fermate della zona.

L’emettitrice di Porta Nuova

L’emettitrice di Porta Nuova

Un modello che definire antelucano è dire poco. Ma non perché non accetta carte di credito (siamo scienza, mica fantascienza...), troppa grazia: quello scatolotto in ghisa non va oltre le monetine. Quindi al povero turista non resta altro che tornare alla reception dell’albergo per cambiare 5 euro in monete e riprovare l’esperienza di acquistare un biglietto per salire in Città Alta. Mica sulla luna. Bergamo, anno domini 2015. «Entro la fine dell’anno è in arrivo un’altra novità in chiave “smart mobility”. A rendere più facile la vita di chi sceglie il trasporto pubblico arrivano le emettitrici automatiche, sui 200 autobus Atb e sui 14 tram della Teb. Chi si accorgerà all’ultimo minuto di non avere il biglietto o chi non ha avuto il tempo di acquistarlo, lo potrà fare last minute, direttamente dalla macchinetta»: sono dichiarazioni di Atb del 16 settembre 2014. Meno puntuali di Godot...

«I biglietti del sistema tariffario Atb sono acquistabili: alle rivendite autorizzate Atb, indicate sul cartello di fermata e disponibili on line sul sito internet Atb, con anche il dettaglio delle aperture nei giorni festivi (che, vista la variabilità dell’informazione, è aggiornata solo on line); da smartphone tramite l’applicazione AtbMobile, sempre più scelta e usata dagli utenti; alla Biglietteria Atb all’interno di Atb Point in Largo Porta Nuova, aperta tutti i giorni, festivi compresi, dalle ore 7.20 alle ore 19,15, dove è possibile acquistare qualsiasi tipo di documento di viaggio» replicano da Atb. «Oppure, alle 11 emettitrici automatiche Atb posizionate alla Stazione FS; Stazione Teb (pagamento con monete e banconote), in Porta Nuova (fronte Nessi); viale Roma (vicino INPS); Stazione inferiore Funicolari città (pagamento con monete e banconote); due in Stazione superiore Funicolare città; Stazione S. Vigilio Inferiore; S. Vigilio Superiore; Colle Aperto; Malpensata; Aeroporto (pagamento con monete e banconote)».

Quindi, riassumendo, dopo le 19,15 è tutto chiuso, e solo tre emettitrici accettano anche banconote: la più centrale in stazione, ma quella della Teb. Per il resto, tutto on line e via App, con buona pace del turista che normalmente vorrebbe un approccio più easy alla questione. Ma consoliamoci:«Atb intende offrire (e comunicare) a cittadini e turisti le più ampie e innovative opportunità di pagamento di tutti i servizi, biglietti compresi, ed è attualmente impegnata nella procedura di aggiudicazione della gara per la fornitura di emettitrici automatiche anche a bordo autobus».


© RIPRODUZIONE RISERVATA