Cade nel lago a Monte Isola Muore una storica ristoratrice

Cade nel lago a Monte Isola
Muore una storica ristoratrice

Stava sistemando le ultime cose in vista della riapertura dello storico albergo e ristorante «Sensole» prevista per Pasqua. Albergo della quale era la titolare.

Con alcune vettovaglie sabato 14 marzo verso le 17 aveva attraversato la strada che fa il giro di Monte Isola, era scesa nella sua proprietà in riva al lago e si era accostata al parapetto, pare per sciacquare alcune vecchie pentole nell’acqua. Ma quando si è avvicinata al bordo, forse per un malore ha perso l’equilibrio, è caduta battendo con violenza la fronte ed è finita nell’acqua.

Il corpo ormai senza vita di Giuseppina Archini, classe 1954, è stato ritrovato verso le 18 da due persone - un uomo e un ragazzino - che stavano salendo su un naèt, una delle storiche imbarcazioni dei pescatori del Sebino, ora soprattutto utilizzate per il tempo libero. I due, che d’estate gareggiano con i colori del Clusane nel campionato remiero del lago, hanno notato il corpo della donna che galleggiava sull’acqua e hanno immediatamente dato l’allarme.

Dopo averlo issato sul naèt, l’hanno riportato sulla riva a pochi metri. Purtroppo si sono rivelati inutili i tentativi di rianimare la signora e il personale del 118 di Monte Isola non ha potuto far altro che constatare il decesso. Nei prossimi giorni sulla salma verrà eseguita l’autopsia per cercare di risalire alle cause di quella che pare, fuor da ogni dubbio, una disgrazia.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola domenica 15 marzo 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA