Giovedì 18 Maggio 2006

Caravaggio, festa per l’anniversario dell’Apparizione della Madonna

Come ogni anno, Caravaggio fa festa nell’anniversario dell’Apparizione alla beata Giannetta nei pressi del luogo dove oggi sorge il santuario di Santa Maria del Fonte, avvenuta il 26 maggio 1432. Il paese si ferma - scuole e uffici pubblici chiusi -, al santuario e in parrocchia si celebrano i momenti religiosi e una serie di eventi animano il paese. Tra sabato 20, domenica 21 e venerdì 26 maggio, col titolo «1432: la Madonna a Caravaggio», vengono proposte numerose iniziative e tra queste la rappresentazione di due fra i più famosi miracoli legati all’Apparizione.Come di consueto, il programma di eventi è organizzato in collaborazione tra l’Amministrazione comunale, le associazioni cittadine, il liceo Galilei e la parrocchia. I due miracoli che verranno rappresentati, dei quali resta ancora la testimonianza all’ingresso del sacro fonte, sono quello della ghigliottina e quello dei chiavistelli. Il primo riguarda la ghigliottina che si inceppò nel giorno dell’apparizione nel 1520 graziando così un condannato a morte, e il secondo, invece, la grazia dei chiavistelli della porta del santuario che si spezzarono per accogliere un malcapitato inseguito dai rapinatori nel 1650. I miracoli saranno rappresentati domenica 21 maggio nell’ambito della rievocazione storica che animerà le vie del centro di Caravaggio a partire dalle 15. Impegnate nella rievocazione ci saranno le associazioni Caravaggio Danza, Caravaggio Viva, «L’Aurora», il gruppo Medusa-Fantasia, l’associazione culturale Italia medievale, il liceo «G. Galilei», Alberto Angelo Di Monaco, il Teatro del Secchio.Le celebrazioni religiose sono già cominciate al santuario, con la tradizionale novena di preghiera, ogni giorno alle 6,30 e alle 17, fino a giovedì 25 maggio. Nella stessa giornata, alle 21, si compirà il tradizionale pellegrinaggio della parrocchia di Caravaggio al santuario con la recita dei primi vespri dell’Apparizione. Venerdì 26 maggio, dalle 6,30 alle 12, si susseguiranno le Messe al santuario, alle 14 comincerà la recita continuata del rosario fino alla solenne celebrazione del pontificale da parte del vescovo di Cremona, monsignor Dante Lafranconi, alle 16,45.Le manifestazioni cominciano sabato 20 maggio alle 21 nella chiesa parrocchiale SS. Fermo e Rustico con un concerto dell’Ensemble Magnificati. Domenica 21 alle 10 ci sarà il «Liceo in piazza 2006», manifestazione promossa dal liceo Galilei di Caravaggio che animerà le vie del centro con una gara estemporanea di pittura e disegno, fotografia e microcinematografia. Alle 15, in piazza Garibaldi e nelle vie del centro ci saranno i banchi degli Antichi mestieri e le botteghe caravaggine. In largo Cavenaghi animazione di strada, mentre in piazza Locatelli il cantastorie racconterà i miracoli legati alla Madonna di Caravaggio. A seguire la ricostruzione storica dei miracoli. La giornata si concluderà alle 21 sul sagrato della chiesa parrocchiale, con lo spettacolo di teatro-danza «Maria: una donna come noi? La interroghiamo».Venerdì 26 maggio, giorno dell’Apparizione della Madonna, torna il consueto appuntamento con la «Fiera del 26 maggio» tutto il giorno sul viale Papa Giovanni: sarà presente anche un trenino gratuito per bambini. Gran finale alle 20,30 in piazza Garibaldi: prima la consegna dei premi «Città di Caravaggio», a seguire il concerto di «Trovesi all’opera». Fra le iniziative da citare anche la mostra «Gli ordini religiosi a Caravaggio» a cura della parrocchia, fino al 28 maggio nella sala della Confraternita e, fino al 31 maggio al santuario, la mostra di icone «Il tempo di Dio, quotidiano dell’uomo».Domenica 21 maggio dalle 13,30 alle 24 saranno chiusi al traffico veicolare tutti gli accessi al centro storico. Circolazione vietata anche il 26 maggio sul viale Papa Giovanni XXIII, occupato dalle bancarelle della fiera.(18/05/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata