Case, più immobili in vendita Prezzi: in tre mesi giù dell’1.2%

Case, più immobili in vendita
Prezzi: in tre mesi giù dell’1.2%

Secondo l’Istat, nel II trimestre 2014 l’indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie italiane, sia per fini abitativi sia per investimento, è diminuito dello 0,6% rispetto al trimestre precedente.

Guardando però alla Lombardia, secondo i dati dell’Osservatorio sul Mercato Immobiliare residenziale italiano condotto da Immobiliare.it, nel secondo trimestre 2014 il prezzo medio di vendita degli immobili in regione ha segnato un -1,2%, dato in linea con la media nazionale del -1,1% (sempre rilevato dal portale): a giugno 2014 la cifra media a metro quadro del residenziale in vendita in Lombardia ammontava a 2.575 euro.

Da marzo a giugno, l’unica città capoluogo a che ha visto aumentare i prezzi è stata Varese (+3,9%), mentre registrano un calo significativo Sondrio (-7,3%), Lodi (-4,6%) e Lecco (-3,2%). Flessione, anche se più contenuta, sulle altre province: Brescia segna -1,8%, Como e Milano entrambe -1,4%, Bergamo -1,2%, Cremona, Mantova e Pavia, tutte con un -1,1% e Monza -1%.

«Nel secondo trimestre 2014, la flessione dei prezzi di vendita ha fortemente interessato tutto il territorio nazionale e in particolare molte delle regioni del Centro Italia. Al Nord si registra un -1,2% e non fa eccezione la Lombardia – dichiara Guido Lodigiani, direttore corporate e Ufficio Studi di Immobiliare.it –. In linea, invece, rispetto al trend del Paese, l’offerta di immobili in vendita, che anche in Lombardia registra una leggera crescita».

La tabella con i prezzi medi richiesti per gli immobili in vendita

La tabella con i prezzi medi richiesti per gli immobili in vendita

Rispetto alla rilevazione condotta da Immobiliare.it un anno fa, invece, il prezzo medio richiesto per l’acquisto registra un calo più significativo: -2,6%. Segno, questo, che la crisi del mattone comincia a rallentare e che il 2014 è un anno senza troppi scossoni. A livello provinciale la riduzione più significativa dei prezzi l’hanno Lodi (-11,1%) e Lecco (-8,5%); i prezzi scendono anche a Monza e Sondrio, entrambe con -6,8%, Pavia (-6,3%), Cremona (-5%), Mantova (-3,7%), Brescia (-2,4%). Calo più contenuto per Bergamo (-0,4%) mentre sono in crescita Varese (+3,2%) e Como (+2,5%).

Sul fronte dell’offerta di immobili in vendita in Lombardia, lo studio di Immobiliare.it rileva una leggera crescita del numero di case disponibili sul mercato: a giugno 2014 il 68% degli immobili in vendita sono concentrati a Milano, dove si registra il prezzo medio a metro quadro più elevato della regione (3.585 euro). A Brescia si concentrano invece il 7% delle offerte (1.962 euro al mq) mentre a Bergamo il 6% (2.305 euro al mq), a Como il 5% (2.356 euro al mq). A Pavia (2.337 euro al mq) e Varese (2.092 euro al mq) stessa percentuale d’offerta del 3%. Con il 2% Mantova (1.598 euro al mq), Cremona (1.411 euro al mq) e Lodi (1.818 euro al mq). Chiude Lecco (2.413 euro al mq) con l’1% di offerta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA