Cashless city, scattata la nuova sfida Sportelli decentrati per il Comune

Cashless city, scattata la nuova sfida
Sportelli decentrati per il Comune

Dopo aver centrato il primo obiettivo (565mila transazioni effettuate con la sola moneta elettronica in trenta giorni di tempo) e aver conquistato il premio mensile, lo spazio Coworking nell’area dell’ex Lazzaretto, per la città di Bergamo parte una nuova sfida offerta da Cashless City, il progetto di CartaSi, Banco Popolare, Mastercard, UBI Banca, Visa e Pago Bancomat, in collaborazione con L’Eco di Bergamo e Comune per diminuire il numero di pagamenti in contanti a favore degli elettronici.

La sfida, stavolta, è raggiungere le 660mila transazioni entro il 30 giugno. E anche in questo caso il premio è altrettanto ghiotto: Palazzo Frizzoni potrà realizzare sportelli decentrati in vari punti della città. Si tratta, cioè, di chioschi tecnologici di nuova generazione che, tramite una videochiamata, metteranno in contatto diretto i cittadini con degli operatori in carne e ossa, pronti a rispondere alle richieste e, persino, a emettere certificati e documenti che verranno stampati dalla stessa postazione. In questi sportelli sarà possibile procedere al pagamento tramite carta di credito e apporre una firma elettronica certificata. Ascolta anche le parole del sindaco Giorgio Gori in questo messaggio

In attesa di verificare se Bergamo si dimostrerà pronta per diventare sempre più Cashless, Palazzo Frizzoni sta già lavorando per individuare i luoghi più adatti a ospitare il primo sportello tecnologico della città di Bergamo, in modo da garantire facile accessibilità, riservatezza e sicurezza ai cittadini.

Tutti i bergamaschi possono contribuire a conquistare e superare questo traguardo: basta collegarsi al sito di Cashless city , registrarsi e utilizzare la propria carta di pagamento elettronica nelle quotidiane transazioni. Caricando sulla relativa app la fotografia dello scontrino o della ricevuta del Pos, i singoli partecipanti accedono anche al sistema a premi giornaliero (100 euro in buoni spesa) e settimanali (500 euro).

Anche gli esercenti potranno vincere, se la transazione vincente di un cliente è avvenuta proprio in quel negozio si concorrerà al premio settimanale da 500 euro. Anche in questo caso per partecipare i titolari dell’esercizio dovranno registrarsi sul sito e registrare i Pos. Per sapere se anche questa volta Bergamo ce la farà, non resta che aspettare e controllare l’andamento mensile sul sito di Cashless.


© RIPRODUZIONE RISERVATA