Cashless City, tocca alle scuole L’obiettivo? Internet veloce

Cashless City, tocca alle scuole
L’obiettivo? Internet veloce

Portato a casa il quarto obiettivo, un pit stop per le mamme con i neonati a Palafrizzoni, è già tempo della prossima sfida di settembre.

L’obiettivo numero 4? Conquistato senza grossi patemi d’animo. Grazie alle 555 mila transazioni nel mese di agosto Cashless City Bergamo realizza il sogno di un «baby pit stop» a Palafrizzoni. Uno spazio protetto, realizzato tra le eleganti mura neoclassiche del Comune, dove allattare in tranquillità e prendersi cura del proprio bambino tra un gioco e l’altro. L’area nursery sarà dotata di tutte le attrezzature necessarie per l’allattamento, il cambio del pannolino e le prime pappe dei giovanissimi bergamaschi.

Un risultato importante, sottolineato dalle parole di Marzia Marchesi, presidente del Consiglio comunale.

Ma ora spazio all’obiettivo numero 5, ancora più ambizioso: portare internet veloce nelle scuole di Bergamo.

Questa volta il numero delle transazioni elettroniche che bisognerà raggiungere (o superare) in città sarà di 620.000 in un mese. A fine settembre, d’accordo con il Comune di Bergamo, si vorrebbe iniziare a trasformarlo in realtà in due istituti, dalla scuola dell’infanzia fino a quella secondaria, per un totale di 2.285 alunni coinvolti. Una sfida importante perché migliorare la connessione e l’accesso ai contenuti multimediali significa, prima di tutto, stimolare la partecipazione degli allievi, oltre che garantire una navigazione protetta e un risparmio sicuro.

Cashless City è un progetto di CartaSi, Banco Popolare, Mastercard, Ubi Banca, Visa e Pago Bancomat, in collaborazione con L’Eco di Bergamo e Comune per diminuire il numero di pagamenti in contanti a favore degli elettronici.

Tutti i bergamaschi possono contribuire a conquistare e superare questo traguardo: basta collegarsi al sito di Cashless city, registrarsi, scaricare la app e utilizzare la propria carta di pagamento elettronica nelle quotidiane transazioni. Caricando sull’app la fotografia dello scontrino o della ricevuta del Pos, i singoli partecipanti accedono anche al sistema a premi giornaliero (100 euro in buoni spesa) e settimanali (500 euro). Anche gli esercenti potranno vincere, se la transazione vincente di un cliente è avvenuta proprio in quel negozio si concorrerà al premio settimanale da 500 euro. Anche in questo caso per partecipare i titolari dell’esercizio dovranno registrarsi sul sito e registrare i Pos.


© RIPRODUZIONE RISERVATA