Lunedì 08 Settembre 2014

«C’è bisogno di rinnovamento»

Il cardinale Scola a Fara d’Adda

Il cardinale Angelo Scola a Fara d’Adda
(Foto by Luca Cesni)

«C’è bisogno di rinnovamento civile, culturale, politico e, per questo, anche religioso». In un’assolata e gremita piazza della chiesa di Fara d’Adda, domenica 7 settembre l’arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, ha celebrato la Messa solenne in occasione della sua visita pastorale al decanato di Treviglio, formato da cinque comuni della nostra provincia (Treviglio, Pontirolo, Fara d’Adda, Canonica e Castel Rozzone) che ricadono sotto la diocesi ambrosiana (pur mantenendo il rito romano).

«Molto bella l’idea di celebrare in piazza», confiderà al termine della Messa il cardinale ai sacerdoti del decanato, tutti intorno a lui per la celebrazione, a partire dal decano, monsignor Giovanni Buga, parroco di Treviglio. Nell’omelia il cardinale ha parlato anche di attualità, partendo dalla realtà del decanato trevigliese: «Queste terre sono fortemente radicate nel Cristianesimo: sono terre operose e capaci di affrontare sia sul piano religioso sia civile, questo tempo di grande cambiamento che stiamo attraversando. Non possiamo celebrare l’Eucarestia domenicale, che è l’espressione di un Dio che vuol vivere vicino a noi, prescindendo da uno sguardo alla situazione veramente grave in cui versa l’intero pianeta dal punto di vista della pace, della capacità di un incontro dialogico tra le religioni e le diverse visioni del mondo».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo dell’8 settembre

© riproduzione riservata