Cerca di rubare una bici in centro Dalmine, una donna lo acciuffa

Cerca di rubare una bici in centro
Dalmine, una donna lo acciuffa

Aveva parcheggiato la bici in pieno centro a Dalmine e un uomo, con una cesoia, le ha tagliato il lucchetto e ha tentato di rubargliela. Ma la donna lo ha visto e lo ha inseguito, insieme a due passanti. Che lo hanno acciuffato.

Coraggiosa la donna che lunedì 6 ottobre non ha rinunciato alla sua bicicletta quando se l’è vista portare via da un estraneo, uno straniero che aveva tranciato il lucchetto di sicurezza del mezzo.

La vicenda risale alla serata di lunedì: la signora aveva parcheggiato la sua due ruote in pieno centro ai Dalmine, davanti a una banca dove doveva prelevare dei soldi dal bancomat. L’uomo si è avvicinato e, con una cesoia, ha tranciato la catena per poi scappare con la bici. Ma la donna, accortasi de furto, lo ha inseguito, richiamando l’attenzione di due passanti, due uomini, con forti grida.

I tre sono così riusciti a bloccarlo e a chiamare i carabinieri di Dalmine che hanno arrestato l’uomo in flagranza di reato. Si tratta di un marocchino di 31 anni, senza fissa dimora. Martedì il rito per direttissima: il 31 ha ammesso il furto e l’uso delle cesoie e si è giustificato dicendo che avrebbe rivenduto la bici per raggranellare qualche soldo per mangiare. L’extracomunitario, in primo grado, è stato condannato a 3 mesi di reclusione e 60 euro di multa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA