Ciao, manifestazione sul Sentierone Soluzioni in vista per 7 dipendenti su 13

Ciao, manifestazione sul Sentierone
Soluzioni in vista per 7 dipendenti su 13

Anche i dipendenti del ristorante Ciao di Bergamo - ormai chiuso - parteciperanno allo sciopero del commercio in programma mercoledì 15 a Milano. Al rientro «ci sarà una manifestazione di protesta lungo il Sentierone».

«L’obiettivo della manifestazione a Bergamo è sensibilizzare – sottolinea Diego Lorenzi, della segreteria Fisascat Cisl di Bergamo - la popolazione e le istituzioni sullo svuotamento commerciale del centro cittadino».

Continua dunque lo stato di agitazione al Ciao di Bergamo. Il ristorante del gruppo Autogrill, da circa 30 anni ospite della struttura piacentiniana del centro di città bassa, ha infatti deciso di chiudere l’attività, aprendo la mobilità per i suoi 13 dipendenti.

Mercoledì mattina l’azienda ha incontrato i sindacati e la Rsu, confermando le proprie intenzioni, ma aprendo anche spiragli di possibili reinserimenti di 7 dei dieci dipendenti part time in strutture del gruppo.

Rimarrebbero quindi escluse al momento 6 persone, per le quali Autogrill «non ha ancora fornito indicazioni sufficienti a tranquillizzarci – dice Lorenzi -. Noi continueremo le azioni di mobilitazione, fino a quando ogni lavoratore non sarà stato ricollocato in un’altra azienda. Tra l’altro, vorremmo anche capire quale attività sostituirà “Ciao” all’interno della struttura. Per questo chiediamo che Ascom e Comune si facciano carico di intervenire verso i nuovi affittuari per valutare le possibilità di impiego».

Nel pomeriggio di mercoledì l’assemblea dei lavoratori, concorde nel ritenere insoddisfacenti le proposte di Autogrill, ha chiesto che nessun lavoratore sia escluso dalle soluzioni allo studio l’adesione allo sciopero e la manifestazione a Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA