Lunedì 26 Maggio 2008

Da Bergamo all’Est per i dentisti low cost

In tempi di austerity, il dentista ormai è un lusso per tanti. Ecco perché i bergamaschi, complici i voli low cost, vanno nell’Europa dell’Est dove sono sorte cliniche specializzate con prezzi decisamente concorrenziali per il target orobico. Il «turismo dentale» è un fenomeno in espansione soprattutto per i Paesi dell’Est sulla spinta di diverse condizioni: l’ingresso in Unione europea, che garantisce standard internazionali nelle prestazioni sanitarie, i voli a basso costo e una facile ricerca online. Sono decine i siti che offrono in più lingue la possibilità di spostarsi in Ungheria, Romania e perfino in Thailandia. I costi vanno dai 40 ai 60 euro per la pulizia, dai 500 ai 950 per un impianto, dai 35 ai 90 per un’otturazione. Niente a che vedere con le cure qui: per una carie sono richiesti anche 300 euro.L’inchiesta su L’Eco di Bergamo del 26 maggio(26/05/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata