Martedì 22 Agosto 2006

Digrazia sul lavoro a Costa Volpino
Operaio bosniaco muore in un cantiere edile

Un quarantenne operaio bosniaco ha perso la vita nel pomeriggio in seguito ad un infortunio sul lavoro a Costa Volpino. Poco dopo le 15 l’uomo stava lavorando, assieme ad altri operai, nel cantiere edile della ditta F.lli Agliardi di via Marco Polo. Ad un tratto è scivolato in un profondo scavo che si stava realizzando per gettare le fondamenta di un edificio. Il bosniaco è caduto battendo la testa: perdendo i sensi ha ingerito molta acqua presente nello scavo che gli ha riempito i polmoni. Gli altri operai presenti hanno fatto di tutto per portarlo in superficie e hanno dato l’allarme. Sul posto sono giunti poco dopo l’elisoccorso del 118 e un’ambulanza dell’ospedale di Lovere: All’uomo è stato praticato un lungo massaggio cardiaco, ma di fatto era già morto. Sul luogo dell’accaduto sono giunti i funzionari dell’Asl e i carabinieri di Costa Volpino che, su ordine del magistrato di turno, hanno posto sotto sequestro il cantiere edile.(22/08/2006)

e.roncalli

© riproduzione riservata