Disoccupato punta su Facebook «Sono Igor, un uomo in affitto»

Disoccupato punta su Facebook
«Sono Igor, un uomo in affitto»

La necessità di trovare un lavoro, qualsiasi lavoro purché serio, lo ha portato a pubblicare sulla pagine di Facebook un disperato annuncio, intitolato «Uomo in affitto».

A scriverlo è il trentaduenne Igor Bellezza Fontana, marito e padre di famiglia, residente a Romano e suo malgrado disoccupato ormai da tre anni, quando ha chiuso la macelleria che aveva gestito per un biennio.

Le ha provate tutte Igor, inviando domande di lavoro a destra e a manca, puntando poi sulle pagine dei gruppi di Facebook dove, oltre a dare tutta la sua disponibilità a fare qualsiasi tipo di lavori, ha evidenziato: «Chiedete e se posso ve lo faccio... Non vergognatevi, il prezzo lo fate voi». Una frase «galeotta» che ha fatto scattare proposte inaspettate, come da lui ammesso: «Una donna mi ha scritto offrendomi 500 euro, quanto per passare una serata galante insieme, ma non ho accettato perché di queste cose non so che farmene, anche perché sposato felicemente».

Non avventure, ma un lavoro serio e onesto che gli permetta di mantenere la sua famiglia: è quello che chiede Igor Bellezza Fontana, la cui disavventura commerciale è iniziata con la crisi generale.

Originario di Lanzo Torinese, l’uomo nel 2008 si è trasferito a Romano sposandosi con una ragazza del posto, dalla quale ha avuto un figlio che oggi ha cinque anni: «Nel mio paese d’origine facevo il macellaio e così ho pensato di portare la mia esperienza alla macelleria del centro commerciale di Cortenuova. Un lavoro retribuito, che però già dopo un anno ho perso».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 29 ottobre 2014


© RIPRODUZIONE RISERVATA