Venerdì 21 Maggio 2010

Domenica il raduno dei fanti
Da Bergamo andranno in mille

Saranno un migliaio i bergamaschi che domenica raggiungeranno Udine per il trentesimo raduno nazionale dell'Associazione del fante. Al seguito del presidente nazionale Antonio Beretta – che è di Romano di Lombardia e che guida anche la federazione provinciale di Bergamo dell'associazione – ci saranno le delegazioni delle 35 sezioni orobiche, in rappresentanza degli oltre 1.700 tesserati bergamaschi, con le patronesse e il consigliere nazionale Ivan Gesti, di Cortenuova.

Il raduno di Udine – città decorata con la croce al merito di guerra (1915-1918) e decorata con medaglia d'oro al valor militare nella guerra di Liberazione per i sacrifici della popolazione e per la sua attività nella lotta partigiana – è iniziato giovedì, e proseguirà fino a domenica, coincide con il 90° di fondazione dell'Associazione nazionale del fante: nella città friulana sono attese per l'occasione circa 15 mila persone da tutta Italia, con 18 bande musicali e la fanfara della Julia che animeranno la manifestazione.

In particolare, l'arrivo del medagliere nazionale dell'associazione sarà oggi alle 9 alla caserma Berghinz, già sede del 7° reggimento fanteria «Cuneo» con un picchetto militare. Tra gli appuntamenti, l'omaggio al tempio ossario di Cargnacco (dedicato ai Caduti sul fronte russo durante la Seconda guerra mondiale), al sacrario militare di Redipuglia (il più grande in Italia, dove riposano 100.187 Caduti, di cui solo 39.857 noti), al monumento degli Eroi di Aquileia (il terzo luogo simbolo della memoria, dopo l'Altare della patria di Roma e Redipuglia).

Per domani, in programma ci sono anche esibizioni di arcieri e gruppi storici, la Messa solenne nel duomo (alle 19), il concertone delle bande e al castello lo spettacolo pirotecnico (alle 23). Quindi, la domenica, la sfilata di tutte le federazioni provinciali e le sezioni comunali. «Quello di quest'anno è un raduno nazionale importante – sottolinea il presidente Beretta – perché coincide con due ricorrenze significative per la nostra associazione: è la trentesima edizione dell'adunata ed è il novantesimo dell'Associazione nazionale del fante. Sono particolarmente contento del sostegno che la Bergamasca darà a questa manifestazione, con i rappresentanti del Consiglio provinciale, in particolare i vicepresidenti, i fanti e le patronesse che non mancheranno all'appuntamento di Udine. Una terra che ben rappresenta il nostro sforzo di mantenere vivo il ricordo di chi ci ha preceduto nel servizio all'Italia».

Sarà nella sfilata della domenica che i fanti porteranno, oltre alle consuete bandiere e drappelle storiche, anche novanta bandiere tricolore, in rappresentanza proprio dei novant'anni di storia dell'Associazione del fante. E tra gli alfieri che saranno impegnati nella sfilata ci sarà anche una folta rappresentanza bergamasca, che si stringerà con orgoglio al presidente Beretta.

a.ceresoli

© riproduzione riservata