Duplice omicidio da «Da Frank» La Cassazione conferma gli ergastoli

Duplice omicidio da «Da Frank»
La Cassazione conferma gli ergastoli

Sono state confermate dalla Cassazione quattro delle cinque condanne inflitte per l’omicidio di Francesco Seramondi e della moglie Giovanna Ferrari, ammazzati a colpi di fucile nella loro pizzeria di via Valcamonica a Brescia l’11 agosto di tre anni fa.

I giudici hanno confermato l’ergastolo per il pakistano Mohammad Adnan e il complice indiano Sarbjit Singh, ritenuti la mente (il primo) e gli esecutori materiali (entrambi) del delitto e del ferimento di Arben Corri, il dipendente della pizzeria vittima di un agguato avvenuto qualche settimana prima del duplice omicidio. Confermate anche la condanna a 19 anni per Santokh Singh, l’indiano che aveva contribuito alla realizzazione del piano criminale, e quella a 6 anni per Gurjet Singh, l’indiano che aveva fornito le armi.

I due killer erano stati arrestati a Casazza, dove Sarbjit Singh aveva il domicilio, anche se risultava residente a Villongo, in Valle Cavallina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA