Ecco Kepler, la seconda Terra Guarda le immagini della Nasa

Ecco Kepler, la seconda Terra
Guarda le immagini della Nasa

Scoperto un pianeta simile alla Terra: «È il “gemello” più vicino alla Terra, una sorta di cugino più anziano, osservato dal telescopio Keplero». A fare lo storico annuncio John Grunsfeld della Nasa, in un briefing in corso con altri esperti.

La possibile «nuova Terra» è stata chiamata «Kepler 452B». «Gli anni su Kepler 452B sono della stessa lunghezza che qui sulla Terra - ha spiegato Jon Jenkins, capo analista dei dati provenienti dal telescopio della Nasa - ed ha trascorso miliardi di anni intorno la zona “abitabile” della sua stella. Il che significa che potrebbe aver ospitato vita sulla sua superficie ad un certo punto, o potrebbe ospitarla ora».

«Kepler 452B - hanno spiegato ancora gli esperti - ha un’età di 6 miliardi di anni e riceve il 10% in più di energia dalla sua stella rispetto alla Terra». La sua dimensione è compatibile con quella della Terra - ossia una volta e mezza il nostro globo - ed il suo sistema solare anche.

Un’altra dozzina di pianeti simili al «cugino» più vicino al nostro globo annunciato oggi - il «Kepler 452 B» - sono stati scoperti dal telescopio Kepler insieme all’analisi dei laboratori a terra della Nasa. «Sono pianeti candidati simili», hanno spiegato gli esperti della Nasa. Dodici - specifica una nota - hanno diametri più grandi di una-due volte la Terra e orbitano attorno alle loro stelle, simili al sole, nella zona abitabile.

Earth’s bigger, older cousin! @NASAKepler discovers new distant planet that's near-Earth-size: http://t.co/kEdzbbFEqE pic.twitter.com/hoog1ZsdNs

— NASA (@NASA) 23 Luglio 2015

Nove di questi hanno hanno stelle simili in dimensione e temperatura al nostro sole. L’habitat potrebbe in teoria ospitare acqua e quindi la vita. Un nuovo telescopio che seguirà le orme del lavoro fatto da Kepler - ora in pensione - verrà lanciato nel 2017. Suo scopo sarà cercare «i pianeti più vicini» simili alla terra.


© RIPRODUZIONE RISERVATA