Mercoledì 03 Maggio 2006

Eletto anche Edo Ronchi (Ds)14 i parlamentari bergamaschi

Nella squadra dei parlamentari bergamaschi eletti per la nuova legislatura si è inserito anche Edo Ronchi, trevigliese, ma residente a Roma, già ministro dell’Ambiente con i governi Prodi e D’Alema. Per anni militante nelle fila dei Verdi, Ronchi è stato eletto in Veneto con i Democratici di sinistra. Insieme a Francesco Rutelli, nel 1989, Ronchi aveva fondato i Verdi Arcobaleno, mentre dal 1996 ha ricoperto l’incarico di ministro con la Federazione dei Verdi: dal 2000, però, milita nei Ds.Sulla sua scelta di schierarsi con i Democratici di sinistra, Ronchi dice: «Ho riflettuto sulla necessità di dare maggior respiro politico possibile all’ecologia e alle scelte a tutela dell’ambiente, di uscire dalla dimensione minoritaria per poter raggiungere risultati maggiori. Così, rivolgendomi ai Ds e all’Ulivo, ho fatto la mia scelta».Sono quattro, con Edo Ronchi, gli orobici eletti con i partiti di centrosinistra: l’assessore diessino del Comune di Bergamo Antonio Misiani, il segretario provinciale della Margherita Giovanni Sanga e Silvana Mura, già assessore comunale a Bologna ed eletta in Veneto per l’Italia dei valori.In Parlamento per Forza Italia ci sono Gregorio Fontana, Giorgio Jannone, Valerio Carrara e Antonella Rebuzzi (imprenditrice in Russia, eletta nella circoscrizione Estero); per la Lega sono stati eletti Carolina Lussana, Giacomo Stucchi, Ettore Pirovano, Roberto Castelli e Roberto Calderoli (in Piemonte); per An, infine, torna a Roma il ministro uscente per gli Italiani nel mondo Mirko Tremaglia.Ancora due nomi, inoltre, potrebbero aggiungersi alla lista: sono quelli di Giuliana Reduzzi (già deputata della Margherita) e del segretario regionale di Rifondazione Ezio Locatelli. Per entrambi saranno decisive le nomine dei sottosegretari: se, infatti, venisse scelto qualcuno dei candidati che li precedono nelle liste, potrebbe avvenire il «ripescaggio». Per Locatelli è decisiva l’eventuale nomina di Alfonso Gianni, per Reduzzi quella di Linda Lanzillotta.(03/05/2006)

g.francinetti

© riproduzione riservata