Emma, 116 anni e... due uova al giorno È italiana la donna più longeva del mondo
Emma Morano (Foto by Ansa)

Emma, 116 anni e... due uova al giorno
È italiana la donna più longeva del mondo

«Una volta ero brava a ballare, ma adesso non più. Sono vecchia...». Nella sua casa di Pallanza, in provincia di Verbania, Emma Morano ricorda i tempi che furono nel giorno in cui è diventata - a 116 anni - la persona più anziana del mondo.

Emma è diventata la più anziana del mondo dopo che una donna afroamericana di New York, è morta negli Stati Uniti a 116 anni: Susannah Mushatt Jones, nata a Montgomery Alabama nel 1899, si è spenta in una casa di riposo di Brooklyn. Era entrata nel Guinness dei primati lo scorso anno alla morte della giapponese Misao Okawa, di 117 anni. Emma Martina Luigia Morano, che vive a Pallanza (Verbania), è nata a Civiasco (Vercelli) il 29 novembre 1899, ha solo pochi mesi meno della Jones ed è ora l’unica persona al mondo a essere nata prima del primo gennaio 1900. Era diventata decana d’Italia ed Europa il 2 aprile 2013. Il 14 agosto 2015 è divenuta la persona più longeva d’Italia di tutti i tempi, superando il precedente primato dell’italoamericana Dina Manfredini (1897-2012).

«Sto bene - dice Emma - anche il dottore dice che va tutto bene. Ho appena mangiato un brodino e un po’ di carne. E mangio anche un uovo la mattina e uno a mezzogiorno (crude, è passata da tre a due al giorno ndr)». Accudita da parenti e vicini di casa, e con accanto la sua inseparabile badante, questa nonnina da record si limita a sorridere quando la informano che è l’ultima persona vivente ad essere nata nel XIX secolo. «Ricordo che lavoravo allo Iutificio Maioni, ma una volta in pensione non ho più voluto fare nulla - dice -. Ora mi vengono a trovare spesso, non sono mai da sola». Nel 1938, dopo la morte del figlio di pochi mesi, scelse di separarsi dal marito che la picchiava e da allora scelse di non sposarsi più. Lo scorso anno, per il suo compleanno, ha ricevuto gli auguri del Papa e del Presidente della Repubblica. E, quando era presidente Giorgio Napolitano, ha ricevuto l’onorificenza di cavaliere della Repubblica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA