Enel, continuano le finte mail Attenti al virus che circola in Rete

Enel, continuano le finte mail
Attenti al virus che circola in Rete

Continua a girare il virus che ha preso di mira l’Enel. Finte bollette che arrivano via mail: costi astronomici che si rivelano essere finti, ma comunque fastidiosi per l’utente che le riceve.

Questa e-mail, ancora una volta, non è stata inviata né da società del gruppo Enel né da società da essa incaricate. Si tratta di un tentativo di raggiro simile a quelli più volte denunciati da altre aziende e istituti finanziari. La foto qui allegata dimostra però come il problema non si stato ancora risolto: il virus circola in Rete e l’avvertimento di fare attenzione è sempre meglio darlo.

Cliccando infatti il link riportato, il cliente si collega al sito «trappola» dove viene invitato a scaricare una finta bolletta che in realtà contiene un virus informatico molto potente che blocca il contenuto del pc. L’obiettivo è quello di chiedere poi un riscatto alla vittima dell’attacco per ottenere lo sblocco del pc e la decifratura dei dati. Enel invita pertanto «chiunque riceva questo falso messaggio a non cliccare il link segnalato».

«Le nostre procedure – spiega l’Enel – non prevedono in alcun caso la richiesta di fornire o verificare dati bancari e/o codici personali attraverso link esterni. L’azienda, da sempre in prima linea contro le truffe, ha avviato tutte le azioni necessarie per la tutela dei clienti e delle società del gruppo Enel». Pertanto il gruppo invita «i clienti che dovessero ricevere e-mail sospette a segnalare l’accaduto attraverso i consueti canali di contatto: negozi Enel presenti sul territorio o i numeri verdi 800 900 800 per Enel Servizio Elettrico e 800 900 860 per Enel Energia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA