Era a Milano per assistere il fratello Le rubano il camper davanti all’ospedale
Il camper rubato a Carmen Scarvaglieri

Era a Milano per assistere il fratello
Le rubano il camper davanti all’ospedale

Una storia difficile da digerire, quella di Carmen Scarvaglieri, di Bergamo. Perché nel suo camper, rubato la sera del 3 ottobre davanti all’istituto dei tumori di Milano, aveva tutta la sua vita.

E perché è veramente triste sapere che c’è chi non esita ad approfittare della sofferenza, rubando davanti a un luogo di cura: Carmen era lì per assistere un fratello. La storia l’hanno resa nota i camperisti orobici, che ora lanciano un appello a chi può aver avvistato il mezzo rubato (un Arca America 407 del 1999 targato BC655JK).

«Il camper era tanto ben tenuto e curato con amore che come potrete vedere dalle foto era come nuovo, al punto che ha pochi segni di riconoscimento – spiega il presidente dei camperisti Pasquale Cammarota –: oltre agli adesivi del concessionario di Bergamo Groppetti, solo un binario del porta biciclette piegato ed un piccolo buco (grande come una noce) nell’angolo posteriore destro del paraurti».

Il camper rubato a Carmen Scarvaglieri

Il camper rubato a Carmen Scarvaglieri

«Se qualcuno avesse informazioni utili per il suo ritrovamento è pregato di comunicarle alla proprietaria sig.ra Carmen o anche a me» ci ha scritto Cammarota. È un invito che facciamo nostro, e invitiamo i lettori che abbiano visto qualcosa a comunicarlo alla redazione (035386111 o redazione@eco.bg.it.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 13 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA