Expo, Bergamo arruola volontari In 250 accoglieranno i turisti

Expo, Bergamo arruola volontari
In 250 accoglieranno i turisti

Accordo tra il Comune e il Centro servizi del volontariato (Csv) per arruolare 250 volontari che accoglieranno turisti e visitatori in città durante l’Expo.

Il progetto è stato presentato al Teatro Donizetti nella mattinata dell’8 gennaio dall’assessore alla Cultura e al Turismo, Nadia Ghisalberti, con Oscar Bianchi e Antonio Porretta del Centro servizi Bottega del volontariato. L’accordo prevede l’arruolamento di 250 volontari che presteranno servizio due settimane durante il semestre dell’Expo, dislocati in vari punti (almeno cinque: Orio al Serio, stazione ferroviaria, Urban center, Porta Nuova, Città Alta): non si tratta di guide turistiche, ma di operatori volontari che avranno il compito di accogliere i turisti, fornire informazioni su iniziative e mezzi pubblici o semplicemente indirizzarli verso ciò che stanno cercando. A rotazione, saranno presenti almeno due volontari per ogni giornata dell’intera durata di Expo 2015. L’iniziativa verrà pubblicizzata anche sulle livree dei mezzi pubblici Atb e Locatelli e un apposito sito internet.

«Quello stipulato tra l’assessorato al Turismo del Comune di Bergamo e CSV Centro Servizi del Volontariato - spiega l’assessore Ghisalberti - è un accordo importante per la gestione dell’accoglienza dei turisti che arriveranno in città durante i sei mesi di Expo 2015. Oltre a costruire un palinsesto di attività, riteniamo strategico avere nei luoghi di maggiore flusso personale formato, capace di dare informazioni precise e competenti non solo sugli eventi che si terranno a Bergamo, ma anche sulla localizzazione dei musei e dei luoghi di interesse, su come muoversi in città e su come reperire informazioni, per offrire a turisti e cittadini un servizio di alta qualità».

La ricettività enogastronomica e alberghiera della città, la mobilità, la programmazione culturale, la programmazione relativa a Expo 2015 e l’offerta turistica della città sono solo alcuni dei temi su cui i volontari saranno formati, in maniera da poter fornire una gamma di informazioni completa e affidabile.

«In vista di Expo - dice Oscar Bianchi, vice presidente Csv Bergamo - l’organizzazione e la gestione dell’accoglienza nella nostra città dovranno essere le migliori possibili, per questo motivo riteniamo che il mondo del volontariato possa essere una risorsa a sostegno dell’amministrazione cittadina, in grado di potenziare le capacità di ricezione di Bergamo, attraverso la creazione e la diffusione di punti “accoglienza” riconoscibili e in grado di offrire risposte precise e competenti».

La selezione e la gestione dei volontari sarà completamente di competenza del Csv, che attraverso i propri operatori competenti in orientamento al volontariato, si occuperà della fase dei colloqui e della preselezionare de i candidati, predisponendo un’apposita scheda di valutazione che verrà fornita agli incaricati del Comune di Bergamo.

I criteri per la selezione (ovvero l’età, le competenze, la conoscenza delle lingue straniere) saranno definiti in accordo con il Comune di Bergamo, al quale compete la definitiva scelta dei candidati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA