Ferito sugli sci, Michele sta meglio Si è svegliato e ha detto: «Viva la vita»

Ferito sugli sci, Michele sta meglio
Si è svegliato e ha detto: «Viva la vita»

Il sedicenne bergamasco rimasto gravemente ferito il 4 febbraio sulle piste di Santa Caterina Valfurva ha riconosciuto i suoi genitori.

«Viva la vita». Sono state queste le prime, incoraggianti parole di Michele C., rimasto gravemente ferito finendo contro una motoslitta della Forestale mentre si allenava, sulle piste di Santa Caterina Valfurva, per partecipare a una gara di «Super G» per il suo team, lo Sci club Ubi Banca Goggi di Bergamo. Il 10 febbraio il sedicenne, ricoverato in Terapia intensiva all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo (dov’era stato trasferito dal nosocomio di Sondalo), è anche riuscito a dire qualche parola. Ma soprattutto ha detto una frase che ha colpito i presenti: «Viva la vita». Un desiderio di tornare a vivere e possibilmente anche a sciare.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola l’11 febbraio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA