Diocesi, fondo per la casa nel segno di  Giovanni XXIII

Diocesi, fondo per la casa
nel segno di Giovanni XXIII

Si apre in diocesi il Fondo famiglia casa. Si tratta di una delle opere-segno già annunciate all’inizio della Quaresima dal vescovo monsignor Francesco Beschi per celebrare in modo concreto, nello stile della carità, l’anno che ha visto la canonizzazione di Papa Giovanni XXIII.

La diocesi, su indicazione del vescovo, in occasione della prima memoria di san Giovanni XXIII, aggiunge al già esistente Fondo famiglia lavoro questo nuovo ambito di sostegno che va incontro alle famiglie che, a seguito della perdita di lavoro, si trovano nella situazione drammatica di non poter pagare l’affitto di casa.

«Il Fondo famiglia casa- spiega don Claudio Visconti, direttore della Caritas diocesana - è destinato a intervenire sul problema dell’emergenza abitativa con la finalità di evitare che situazioni di fragilità, solo temporanea, possano cadere nella marginalità sociale». Quello che avviene è un intervento di sollievo che sostiene o copre quasi interamente il costo dell’affitto e degli eventuali arretrati per una durata massima di 12 mesi per alleviare la condizione di difficoltà temporanea delle famiglie.

Il Fondo, in una logica di sussidiarietà attiva e di collaborazione fra pubblico e privato, si realizza attraverso la costituzione di una partnership tra Caritas diocesana, Ambiti territoriali e Comuni afferenti alla diocesi di Bergamo e con il coinvolgimento dei proprietari delle abitazioni. Partecipazione e responsabilizzazione degli inquilini che richiedono il sostegno sono parte integrante del progetto.

L’apertura del Fondo giunge in concomitanza con la festa di san Giovanni XXIII che quest’anno viene arricchita dalla consacrazione episcopale, oggi a Roma nella basilica di San Pietro, del sacerdote bergamasco monsignor Maurizio Malvestiti, nominato dal Papa vescovo di Lodi.

Domenica 12 ottobre la memoria di san Giovanni XXIII sarà celebrata in diocesi con due momenti significativi. Alle 10 il vescovo monsignor Francesco Beschi presiederà la celebrazione di consacrazione della nuova chiesa dell’ospedale cittadino dedicata a Papa Roncalli. La celebrazione sarà trasmessa in diretta da Bergamo Tv (sul canale 17 del digitale terrestre o sul sito internet a partire dalle 9,50. Nel pomeriggio a Sotto il Monte alle 15,30 nel Giardino della Pace sarà piantato un ulivo secolare alla presenza di rappresentanti del Vaticano e del mondo politico. Alle 16 nel santuario la celebrazione presieduta da monsignor Maurizio Malvestiti, come prima Messa da vescovo nella sua terra bergamasca.


© RIPRODUZIONE RISERVATA