Fontana: i militari restino dopo l’Expo per garantire sicurezza anche sui treni

Fontana: i militari restino dopo l’Expo
per garantire sicurezza anche sui treni

Gregorio Fontana, deputato bergamasco di Forza Italia, invoca un maggior utilizzo di forze dell’ordine in Lombardia per salvaguardare la sicurezza dei cittadini, anche sui treni.

«L’aggressione al controllore di Trenord evidenzia, se mai ce ne fosse bisogno, l’inadeguatezza del numero di forze dell’ordine a tutti i livelli per il controllo del territorio in Lombardia, con particolare riferimento al trasporto pubblico. Il Governo Renzi non ha dato nessuna risposta concreta nonostante le solite promesse. Occorre che oltre le migliaia di clandestini, che il Governo cerca di imporre a tutti i costi alle regioni del Nord, l’Esecutivo destini a queste Regioni un numero adeguato di forze dell’ordine capace di garantire la sicurezza dei cittadini».

«Bene ha fatto l’assessore ai Trasporti della Lombardia, Alessandro Sorte, a chiedere l’impiego dei militari per la sicurezza dei trasporti. Una soluzione a portata di mano è rappresentata dai 1.800 militari, già destinati alla sicurezza di Expo, e che potrebbero rimanere, anche dopo la fine della manifestazione, a presidio del nostro territorio, compresi treni e stazioni».

Sul caso è intervenuto anche l’assessore alla Sicurezza, Simona Bordonali: «Le politiche del Governo in materia di sicurezza devono cambiare rotta. In questo Paese ormai la tutela del cittadino è passata in secondo piano. Grazie a cinque “svuota carceri” in pochi mesi, alla depenalizzazione dei reati con pene fino a cinque anni e a una gestione demenziale negli intenti e fallimentare nei risultati del problema dell’immigrazione siamo arrivati a una situazione fuori controllo, in cui passano messaggi sbagliati di mancanza totale di certezza della pena».

«Coloro che questa notte hanno aggredito con un machete un capotreno - ha continuato l’assessore - devono invece scontare una pena giusta ed esemplare e rimanere in carcere fino all’ultimo giorno. Questo pomeriggio parteciperò al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza convocato dal prefetto. Ribadirò l’intenzione della Regione Lombardia di tutelare i lavoratori e gli utenti dei mezzi pubblici, chiedendo una maggiore presenza di agenti armati delle forze dell’ordine». «Ci spiace dover arrivare a questi punti - ha concluso Bordonali -, ma nell’interesse dei cittadini lombardi e dei numerosi turisti che arrivano in città per visitare Expo, dobbiamo assolutamente porre rimedio a una situazione creata da politiche governative folli».


© RIPRODUZIONE RISERVATA