Fumi in auto e c’è un minore? In Inghilterra scatta la multa

Fumi in auto e c’è un minore?
In Inghilterra scatta la multa

Dal primo ottobre non si può fumare alla guida di un’auto sulle strade inglesi e gallesi se a bordo c’è un passeggero di età inferiore ai 18 anni.

Entrano, infatti, in vigore gli emendamenti al The Smoke-free (Private Vehicles) Regulations, che prevedono una contravvenzione di 50 sterline, al cambio 67,87 euro, se si fuma all’interno dell’abitacolo di una macchina in cui è trasportato un minorenne. Cifra che viene ridotta a 30 sterline (40,73 euro) in caso di pagamento entro due settimane ma che può lievitare sino a 200 sterline (271,50 euro) se si finisce in giudizio davanti a un tribunale. La sanzione raddoppia e viene comminata anche al guidatore del veicolo nel caso questi sia diverso dal fumatore, in totale, quindi si può arrivare a un’ammenda di 136 euro.

Una sigaretta

Una sigaretta

L’unica eccezione alla nuova normativa è prevista per i diciassettenni con permesso di guida: possono fumare mentre sono al volante ma solo se non vi sono altri minorenni a bordo. La nuova norma non si applica se si fuma su una decapottabile, ma solo quando il tetto è ripiegato. Non è prevista alcuna sanzione, invece, per chi fuma sigarette elettroniche. L’entrata in vigore della norma è stata accompagnata da polemiche sui media britannici, legate alla sua applicabilità e al conseguente aumento di carico di lavoro per le Forze dell’ordine. Secondo le indicazioni operative raccolte dalla Bbc presso le autorità, inizialmente la legge sarà applicata con una certa tolleranza. Non saranno ammesse, però, scusanti nel caso si viaggi con il finestrino abbassato o il tettuccio aperto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA