Giovani e sport: per chi fa corsi disponibili contributi fino a 200 euro

Giovani e sport: per chi fa corsi
disponibili contributi fino a 200 euro

Con l’autunno ricominciano per bambini e ragazzi corsi e attività da svolgere nel tempo libero dalla scuola: per le famiglie con redditi più fragili la Regione Lombardia prevede un aiuto per assicurare anche in questi casi la possibilità di praticare uno sport.

L’iniziativa si chiama, appunto, Dote sport e prevede un contributo massimo di euro 200 per sostenere le spese di partecipazione ad attività sportive di bambini e ragazzi tra 6-17 anni. Allo Sportello Genitori della Cgil di Bergamo in via Garibaldi 3 è attivo un servizio di consulenza e assistenza per la presentazione della domanda on line (giovedì mattina o su appuntamento, numero 035.3594381 o SportelloGenitoriBergamo@cgil.lombardia.it).

La Dote Sport è rivolta a minori di età compresa tra 6 e 13 anni («Dote Junior») e a ragazzi dai 14 ai 17 anni («Dote Teen»), appartenenti a famiglie residenti in Lombardia, che vengano iscritti e frequentino un corso o un’attività sportiva nel periodo settembre 2015 - giugno 2016. È prevista una riserva del 10% delle risorse disponibili a favore dei minori disabili sia «junior» che «teen». La domanda può essere presentata solo se il Comune di residenza del richiedente risulta tra i soggetti aderenti all’iniziativa.

Beneficiari e requisiti di ammissione

Possono accedere alla Dote Sport le famiglie in possesso dei seguenti requisiti: a) residenza da almeno 5 anni in Lombardia, maturata alla data di scadenza dei termini di partecipazione al Bando (19/10/2015), di almeno uno dei due genitori, o del tutore con cui il minore convive, o del genitore affidatario; b) residenza dal richiedente, in uno dei Comuni aderenti all’iniziativa, al 19/10/2015; c) età del minore compresa tra 6 e 13 anni per la «Dote Junior» e tra 14 e 17 anni per la «Dote Teen» compiuti alla data del 19/10/2015; d) valore Isee (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) in corso di validità all’atto di presentazione della domanda (Nuovo Isee 2015) non superiore a € 20.000; e) preiscrizione o iscrizione del minore, nel periodo compreso tra settembre 2015-giugno 2016, a corsi o attività sportive che: prevedano il pagamento di quote di iscrizione e/o di frequenza; abbiano una durata continuativa di almeno sei mesi; siano tenuti da Associazioni o Società Sportive Dilettantistiche scelte dalla famiglia tra quelle iscritte al Registro Coni o affiliate a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva; disabilità formalmente riconosciuta attraverso apposita certificazione, nel caso di domanda di Dote per un minore disabile.

Importo del contributo

Il contributo massimo concedibile per ogni Dote è pari a 200 euro e in ogni caso non può essere superiore alla spesa complessivamente sostenuta per l’iscrizione e/o la frequenza a corsi o attività sportive. I contributi non possono essere richiesti se per lo stesso minore e per la stessa attività sportiva è già stato ottenuto un rimborso o un’altra forma di agevolazione da parte di Regione Lombardia o da altri enti pubblici.

Presentazione della domanda

La domanda per la Dote Sport può essere presentata da uno dei genitori del minore (o dal tutore o affidatario) esclusivamente attraverso l’applicativo informatico SiAge, messo a disposizione da Regione Lombardia, collegandosi direttamente al sito: www.agevolazioni.regione.lombardia.it dalle ore 12.00 del 14 settembre 2015 fino alle ore 16.00 del giorno 19 ottobre 2015. Consulenza e aiuto alla compilazione della domanda on line presso lo Sportello Genitori della Cgil (Bergamo via Garibaldi 3 ogni Giovedì dalle 9 alle 12.30 o su appuntamento).

Il testo del bando è scaricabile dal sito internet della Cgil Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA