Green pass e Piano scuola allo studio. In arrivo le nuove regole per gli italiani
Il Green pass non sarà obbligatorio per il trasporto locale, si ipotizza sulla lunga percorrenza

Green pass e Piano scuola allo studio. In arrivo le nuove regole per gli italiani

Trasporti a lunga percorrenza e vaccino obbligatorio per i professori. I dati: sopra i 12 anni immunizzati 6 italiani su 10, in arrivo altre scorte.

Green pass per i trasporti a lunga percorrenza, Piano scuola, valutazione di eventuali obblighi del vaccino per i prof. E ancora dal 6 agosto entrata in vigore del certificato verde per spettacoli, cinema, centri termali, piscine, palestre e ristoranti al chiuso: esercenti e gestori si preparano alla misura, che per i trasgressori prevede multe da mille euro fino alla chiusure del locale. Si apre un’altra settimana decisiva per i nuovi provvedimenti anti-Covid.

Prosegue intanto la corsa all’immunizzazione. Gli italiani che hanno completato il ciclo vaccinale hanno superato quota 32,4 milioni, ovvero il 60% della platea degli over 12, e le somministrazioni procedono alla media di oltre 500 mila al giorno. Un obiettivo in linea con le previsioni del Piano, che colloca il Paese sopra la media europea per numero di inoculazioni in proporzione alla popolazione. «È una tappa importante verso l’immunità di comunità, che è prevista entro la fine di settembre con il completamento del ciclo vaccinale da parte dell’80% della platea da vaccinare», commenta il commissario per l’Emergenza, Francesco Figliuolo, il quale ha anche annunciato «la disponibilità di ulteriori dosi di vaccino Pfizer a partire dalla terza settimana di agosto», ricordando che «tale fornitura aggiuntiva è stata chiesta e ottenuta nel corso di colloqui tra il premier Mario Draghi e la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, centrati sulla disponibilità dei vaccini e alla ridistribuzione tra Paesi Ue»

Prima dell’obiettivo sull’immunità di gregge, ci sono però altre tappe che il governo sta per segnare. In vista del rientro tra i banchi a settembre, mercoledì sarà presentato il Piano scuola alle Regioni e nello stesso giorno potrebbe essere quindi prevista l’apposita cabina di regìa e un Consiglio dei ministri che riguarderà, oltre all’esame del documento del ministero dell’Istruzione, anche altri provvedimenti sul green pass, come l’introduzione – ma non c’è ancora certezza sulla data dell’entrata in vigore della misura – dell’obbligo del certificato verde anche per i trasporti a lunga percorrenza.

Non sarà necessario per il trasporto pubblico locale, ma alle Regioni è stato chiesto un piano dettagliato sul potenziamento dei mezzi pubblici: l’intenzione è di aumentare il numero delle corse, visto che l’80% della capienza non è sufficiente a garantire distanziamento su metro e autobus.

Non è escluso, inoltre, che possa riaprirsi il dibattito sul green pass obbligatorio anche per alcune categorie professionali. Sul tema il leader della Cgil, Maurizio Landini, ha chiarito che non c’è nessuna contrarietà del sindacato, ma avverte: niente sanzioni per chi dice no e a muovere sia il governo con un atto di legge. Resta prudente al momento la posizione del governo sull’obbligo del vaccino per il personale scolastico. Con l’85% dei professori immunizzati o in attesa del richiamo, l’ipotesi prevalente è di aspettare ancora almeno fino al 20 agosto (contando di sfondare la quota del 90% di vaccinati) prima di adottare eventuali provvedimenti forti.

Nuove misure che servono a fermare il rialzo della curva dei contagi: il tasso di positività ieri è salito al 3,17% con 5.321 nuovi contagi e 5 decessi in 24 ore. Crescono anche le ospedalizzazioni, parametro determinante per l’assegnazione dei colori alle Regioni. Sono 230 i pazienti ricoverati in Terapia intensiva in tutta Italia (+16) e gli ingressi giornalieri sono stati 22. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.954 (+103).

Corrono ai ripari i territori: la Sicilia valuta l’ipotesi di legare – all’introduzione delle eventuali mini zone rosse – il parametro sul numero di cittadini vaccinati in quel territorio. E, sul fronte nazionale, a breve sarà siglata l’intesa con le farmacie e altre strutture sanitarie per calmierare i prezzi dei tamponi, in vista dell’entrata in vigore del green pass.


© RIPRODUZIONE RISERVATA