Grumello, due a giudizio subito per l’incendio alla Europallets

Grumello, due a giudizio subito
per l’incendio alla Europallets

Sono i due rapinatori storici accusati di aver incendiato il capannone della Europallets di Grumello del Monte, ditta specializzata nel commercio di bancali di legno, andato a fuoco il 12 dicembre dello scorso anno. Per entrambi il pm Franco Bettini ha chiesto il giudizio immediato.

Il magistrato è convinto che le prove raccolte – soprattutto le intercettazioni ambientali in cui i due si tradirebbero – possano bastare per sostenere un processo. Ermanno Boffetti, 62 anni, di Bergamo, è comparso in abbreviato davanti al gup Bianca Maria Bianchi. Il pm per lui ha chiesto una condanna a 4 anni e mezzo. La prossima udienza, il 28 di ottobre, prenderanno la parola il legale di parte civile e i due avvocati difensori. Il presunto complice, Marco Tassetti, 56 anni, di Sorisole, non ha invece scelto riti abbreviati e andrà a processo.

I due, secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Grumello, avrebbero appiccato il fuoco al magazzino della ditta presumibilmente per una questione di concorrenza. Insomma, il raid sarebbe stato commissionato da una ditta rivale, anche perché dalla Europallets, prima che prendesse fuoco, sarebbero spariti alcuni documenti contabili.

Tutto su L’Eco di Bergamo del 1° ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA