Mercoledì 18 Ottobre 2006

Ha un tumore: a 29 anni rinvia le cure per far nascere la bimba

Soltanto poche settimane prima, la grande gioia di sapersi incinta, poi – quando la piccola che portava in grembo era alla sua diciannovesima settimana di vita – il dramma di sapersi malata: un linfoma di Hodgkin alle ghiandole del torace e del collo. A soli 29 anni di età. Per Valentina, nome di fantasia della giovane mamma che ha sfidato il tumore per far venire alla luce la bimba che portava dentro di sé, iniziano giorni durissimi con una scelta importante: «Rinuncio a curarmi fino a quando potrò far nascere la mia bambina in tutta tranquillità». Una decisione forte, sulla quale – oltre alle proprie convinzioni morali – pesa anche l’aiuto dei medici degli Ospedali Riuniti che l’hanno supportata dal punto di vista professionale e umano. Alla trentesima settimana di gestazione, quando ormai i rischi per il feto sono davvero minimi, la piccola viene alla luce e, dopo un periodo in terapia intensiva, dal 9 settembre vive con mamma e papà alle porte di Bergamo: «L’avevo sentita muoversi dentro di me – racconta Valentina – di perderla così, senza dare battaglia alla malattia, non me la sentivo proprio».(18/10/2006)

r.clemente

© riproduzione riservata