Il copilota della Germanwings era stato classificato a rischio suicidio

Il copilota della Germanwings
era stato classificato a rischio suicidio

Andreas Lubitz, il copilota del volo Germanwings schiantatosi sulle Alpi francesi, prima di iniziare la carriera professionale di pilota era stato classificato come «a rischio suicidio» ed era per questo in terapia.

Lo ha reso noto la procura di Dusseldorf, svelando l'ennesimo aspetto sconcertante della vicenda.

Il trattamento psicoterapeutico era stato comunque concluso prima dell'inizio del percorso che lo ha portato alla licenza di volo professionale, ha precisato ancora il portavoce parlando durante un incontro con la stampa convocato in procura nella città tedesca.

Una stele in memoria dei morti provocati dallo schianto dell’aereo della Germanwings diretto da Barcellona e Dusseldorf il 24 marzo

Una stele in memoria dei morti provocati dallo schianto dell’aereo della Germanwings diretto da Barcellona e Dusseldorf il 24 marzo

Ma dai documenti relativi alle ultime visite mediche di Lubitz, il copilota del volo 4U9585, non è emerso «né un istinto suicida, né il fatto che potesse essere un pericolo per gli altri» Lo ha reso noto sempre la procura di Dusseldorf, secondo cui allo stato attuale delle indagini «non sono nemmeno emerse prove di una malattia organica». Gli investigatori, al momento, non hanno ancora trovato elementi utili a indicare un movente specifico per il suo gesto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA