Il ristorante Trussardi cambia look Roberto Conti si occuperà della cucina

Il ristorante Trussardi cambia look
Roberto Conti si occuperà della cucina

Lo stellato del Gruppo Trussardi si veste di una nuova immagine e lo fa di pari passo con la presentazione del nuovo executive chef Roberto Conti.

Il ristorante Alla Scala della famiglia Trussardi si è ridatto il look: l’ambiente si è scaldato e diventato più accogliente grazie ad interventi mirati a renderlo vicino ad un salotto di casa. L’illuminazione si è arricchita con lampade a muro e piantane vintage in ottone e vetro che creano un’atmosfera raffinata e ricercata grazie anche all’inserimento nell’arredo di nuove sedute. Divani con struttura in ottone brunito e rivestimento in morbida pelle avio con schienale e seduta capitonnè.

Lo chef Roberto Conti

Lo chef Roberto Conti

I muri sono stati rivestiti da un tessuto color sabbia chiaro melange a trama tridimensionale, ripreso anche nel tovagliato, rendendo lo spazio materico e accogliente. Piante ornamentali, oggetti personali della collezione d’arte e mobili antichi di casa Trussardi decorano l’ambiente rendendo reale l’esperienza di essere invitati in uno spazio di famiglia dove è possibile respirare a pieno i valori e il lifestyle del mondo Trussardi.

«Con questa rivisitazione – commenta Gaia Trussardi, direttore creativo del Gruppo Trussardi che ha personalmente seguito il restyling –, abbiamo voluto dare calore all’ambiente, facendone uno spazio confortevole dove sentirsi accolti e a proprio agio. Anche per questo abbiamo puntato su scelte essenziali, nel design e nelle tonalità delle pareti come dei rivestimenti, in armonia con lo stile che da sempre definisce ogni espressione creativa di Trussardi».

Oltre che una revisione della propria immagine interior, la novità riguarda anche la cucina con il nuovo Executive Chef, il giovane talento lombardo Roberto Conti da sei anni parte dello staff de Il Ristorante Trussardi alla Scala.

Una grande passione per la cucina, nata sin da piccolo e coltivata nel tempo a partire dalle scelte formative. Un’esperienza maturata nel corso degli anni al fianco di chef di fama internazionale (Maurizio Bosotti, Pietro Leemann del Joia, Andrea Berton e Luigi Taglienti) e in ristoranti che hanno sempre raggiunto traguardi significativi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA