Il sole se ne va, arriva il maltempo
Pioggia domenica e lunedì - La mappa

Le previsioni: intensa ondata di maltempo tra domenica 15 e lunedì 16 marzo, rischio nubifragi e tanta neve sulle Alpi.

Il sole se ne va, arriva il maltempo Pioggia domenica e lunedì - La mappa

«Ondata di maltempo imminente al Centronord e sarà intensa – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, che spiega – colpa di una perturbazione in arrivo dalla Francia che già sabato darà luogo a qualche debole pioggia su Nordovest e Sardegna, mentre altrove il tempo sarà ancora discreto e mite. La fase clou del maltempo è attesa tra domenica e lunedì, quando si formerà un vortice ciclonico a ovest della Sardegna e gran parte del Centronord sarà sotto pioggia battente, mentre il Sud sarà più ai margini con nubi di passaggio ma scarsi fenomeni, più probabili sulla Campania e sui versanti ionici. Sulla Sicilia invece tenderà a peggiorare in modo più incisivo entro lunedì».

«È allerta meteo in particolare su Liguria, Piemonte, Toscana e Sardegna dove le piogge potranno risultare particolarmente abbondanti e persistenti con anche possibili nubifragi e con picchi pluviometrici talora superiori ai 100-150mm – prosegue l’esperto – su queste zone non escludiamo locali allagamenti, frane e smottamenti, prestare dunque attenzione». Piogge abbondanti sono attese anche su Lombardia, Trentino, Veneto, Emilia e a tratti su Umbria ed alto Lazio, anche qui con locali criticità possibili.

«Le temperature saranno in calo anche di 8-10 gradi al Nord con tanta neve sulle Alpi tra domenica e lunedì, mediamente oltre 1000-1500m su quelle orientali, fin verso i 500-900m su quelle occidentali, ma anche sull’entroterra savonese – aggiunge Ferrara – al di sopra dei 1500m prevediamo accumuli complessivi anche superiori al metro di neve fresca, mentre sulle Alpi Marittime si potrà superare il metro già a partire dai 1000m; tornerà inoltre a nevicare anche a Cuneo. Il tutto verrà accompagnato da un rinforzo dello Scirocco che soffierà anche forte su Ligure, Tirreno e Sicilia con mari fino a molto mossi o agitati; proprio sull’Isola si potranno superare punte di 18-20 gradi».

«Per un miglioramento bisognerà attendere la metà della prossima settimana – conclude l’esperto – con ancora residue piogge martedì sui settori occidentali della Penisola e schiarite ad Est, mentre entro mercoledì l’alta pressione dovrebbe aver riportato il tempo stabile ovunque e con temperature in aumento. Ancora presto per capire se questo miglioramento sarà duraturo o la tregua finirà già nel giro di pochi giorni. Ne riparleremo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA