Il telefono è stato disdetto da mesi Ma la bolletta continua ad arrivare

Il telefono è stato disdetto da mesi
Ma la bolletta continua ad arrivare

Ha chiesto di rescindere il contratto telefonico della mamma (morta) quattro mesi fa, ma continua a dover pagare la bolletta.

Lo sfogo è quello di un nostro lettore che racconta la sua vicenda con la compagnia telefonica Teletu: una dinamica non certo nuova ma sempre fastidiosa, non tanto per le cifre da pagare quanto per il principio e per la frequente maldisposizione dei dipendenti di società come quella interessata a rispondere alle richieste dei clienti.

La mamma è mancata a maggio 2014. Il 31 marzo 2015 è stata inviata la raccomandata alla compagnia allegando un documento scritto di pugno in cui il figlio dichiara di essere l’erede dell’intestatario del documento (mia mamma) e, insieme a questo, anche il certificato di morte.

Il successivo 8 aprile è giunta la conferma della ricezione prevista in quanto la mia era una raccomandata A/R. Comunicazioni ufficiali della compagnia però non sono mai giunte. Solo altre bollette. E poi una penale.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 5 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA