In coda per i bollettini della Tasi: «Non ho ricevuto nulla e sono qui»

In coda per i bollettini della Tasi:
«Non ho ricevuto nulla e sono qui»

Manca una settimana esatta al termine del pagamento della Tasi (martedì 16 la scadenza), ma l’ufficio Tributi, già dalle primissime ore di lunedì 8 giugno, è stato preso d’assalto dai cittadini.

Tutta gente che non ha ricevuto i famosi bollettini pre compilati, che i contribuenti, per legge, dovrebbero ricevere direttamente a casa. Ma i bollettini ancora non sono arrivati a destinazione. Il Comune ha annunciato di averli spediti tutti all’inizio del mese. Colpa delle Poste Italiane? Forse no, perché sono 18 mila i residenti che non li riceveranno proprio perché la banca dati non è aggiornata.

Nel dubbio di essere tra questi ultimi (o nel dubbio che la Posta non arrivi in tempo a recapitare i bollettini) in centinaia ieri hanno affollato gli uffici di piazza Matteotti: «Abito a Colognola - commenta - Giuseppe Pesenti - e non ho ricevuto nulla. Sono in coda per chiedere, come molti altri, come dobbiamo pagare la tassa e per ricevere il bollettino già stampato. Il servizio offerto dagli impiegati è più che valido, ma sarebbe opportuno che l’ anno prossimo il modello fosse inviato a casa. Io non ho problemi ad uscire, ma per molti anziani, che hanno magari qualche difficoltà motoria, lo è eccome».

In fila per avere i bollettini della Tasi

In fila per avere i bollettini della Tasi
(Foto by Beppe Bedolis)

All’ufficio Tributi si può richiedere anche la stampa del bollettino per il saldo definitivo dalla Tasi, fissato per il 16 dicembre.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola martedì 9 giugno 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA