Incendio in stalla di Fara Olivana Perse 10 manze, indagini sulle cause

Incendio in stalla di Fara Olivana
Perse 10 manze, indagini sulle cause

Un incendio scoppiato verso mezzanotte a Fara Olivana in una stalla dell’azienda agricola Moleri ha distrutto un’ala del capannone mandando in fumo 500 quintali di fieno e soprattutto causando la perdita di 10 manze.

Sette sono morte per asfissia o nel crollo della stalla, mentre tre sono sopravvissute ma per loro non c’è ormai nulla da fare e sono da abbattere. Il capannone-stalla è sulla stradina che conduce a Sola, lì non c’è anche la residenza della famiglia Moleri, che abita in paese, per cui ad accorgerci dell’incendio e a lanciare l’allarme sono stati i residenti nelle villette nei pressi.

Il capannone-stalla bruciato a Fara Olivana

Il capannone-stalla bruciato a Fara Olivana
(Foto by Luca Cesni)

Sono subito accorsi i pompieri di Romano, Treviglio e Bergamo che hanno domato le fiamme, ma circa 500 metri quadri di fabbricato, l’ala con una stalla e il fieno, sono andati persi. Sul posto i carabinieri di Caravaggio. La prima ipotesi sull’origine delle fiamme parla di autocombustione, ma non è esclusa nemmeno la pista dolosa.

Il capannone-stalla bruciato a Fara Olivana

Il capannone-stalla bruciato a Fara Olivana
(Foto by Luca Cesni)


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 25 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA