Incollati allo smartphone Gli italiani primi in Europa

Incollati allo smartphone
Gli italiani primi in Europa

Gli italiani che possiedono uno smartphone, e che sono il 60% di chi ha un telefonino, lo usano di più e per più servizi rispetto agli europei. A dirlo è un’indagine di comScore che ha preso in esame anche Germania, Francia, Regno Unito e Spagna.

In base ai dati, nel Belpaese spopolano le chat, usate dal 75% degli uomini e dall’81% delle donne contro una media Ue del 60%, e i social network (61% uomini e 66% donne). Non stupisce quindi che la app più gettonata sia WhatsAapp (59,6%).

Stando all’indagine, in Italia primeggiano gli smartphone con sistema operativo Android di Google, che dal maggio 2014 a quello scorso è passato dal 60 al 67% del mercato. Stabili Apple e Microsoft, rispettivamente con una quota del 17% e dell’11%.

Il sistema operativo sembra influenzare la tipologia di acquisti «mobile»: chi ha un iPhone è più propenso a comprare abbigliamento; i possessori di cellulari Android prediligono prodotti di elettronica o per la casa; chi ha un Windows Phone opta per i libri.

Le applicazioni per fare shopping non sono tuttavia tra le più usate: eBay è decima con l’11,7% seguita a ruota da Amazon all’11,6%. Dopo WhatsApp, in classifica si trovano Google (51,1%), Facebook (48,7%) e a distanza Skype (19,5%) e Outlook (17,1%). Il podio cambia se si guarda solo agli utenti sotto i 35 anni. Qui WhatSapp sale al 69,2%, Facebook al 59,4% e Google al 56,8%. In generale gli under 35% usano di più tutte e 15 le app in classifica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA