Sabato 28 Ottobre 2006

Influenza, scatta la campagna vaccinale dell’Azienda sanitaria

Prenderà il via lunedì 6 novembre la campagna vaccinale dell’Asl per contrastare «Wisconsin», il principale virus dell’influenza «americana» che da metà dicembre inizierà ad invadere anche il Nord d’Italia. Come di consueto, infatti, l’Asl ha organizzato la vaccinazione antinfluenzale con il contributo della Regione e la collaborazione dei medici di medicina generale, ma con una differenza rispetto al passato: i soggetti a rischio al di sotto dei 65 anni non saranno più vaccinati dal medico di famiglia, ma dovranno recarsi nella sede del Distretto Asl di appartenenza. Quest’anno l’Asl ha acquistato oltre 180 mila dosi, nel 2005 sono stati vaccinati 178.000 bergamaschi. Gli assistiti di età uguale o superiore a 65 anni e coloro che sono inseriti nei programmi di assistenza domiciliare integrata, individuati come categorie a maggior rischio di complicanze, possono rivolgersi al proprio medico curante per la somministrazione gratuita del vaccino, negli orari indicati dal singolo medico. Bambini e «under 65 anni» a rischio I bambini (fino a 14 anni d’età) e gli adulti di età inferiore a 65 anni appartenenti alle categorie a rischio, possono rivolgersi al proprio Distretto Asl per la somministrazione gratuita del vaccino, nelle sedi ed orari indicati dallo stesso Distretto. Per i soggetti costretti a letto o comunque disabili, con difficoltà a raggiungere le sedi ambulatoriali, sarà assicurata la somministrazione del vaccino al proprio domicilio.(28/10/2006)

e.roncalli

© riproduzione riservata