Inglesi a Bergamo: una gita ad ostacoli «Biglietterie, porte e bagni chiusi»

Inglesi a Bergamo: una gita ad ostacoli
«Biglietterie, porte e bagni chiusi»

Una guida turistica bergamasca scrive alla redazione: «Il 1° maggio quattro bus dall’Inghilterra sono arrivati a Bergamo, alla stazione i bagni erano chiusi e sulla biglietteria c’era scritto: recarsi in tabaccheria (chiusa anche quella)».

Ecco la lettera di Elisabetta Campanini, di «Bergamo Su & Giù». «Gentile redazione, sono una guida turistica di Bergamo Su & Giù, e con piacere noto che siamo entrati anche quest’anno nel periodo di alta stagione. Vista poi l’inaugurazione di Expo, direi che per quest’anno si può parlare di altissima stagione, e speriamo che continui così».

«La mattina del 1° maggio mi sono ritrovata alla stazione dei bus poco dopo le 10,30, come testimonia la foto, e poco dopo sono arrivati anche i miei clienti, 4 bus dall’Inghilterra, che hanno provveduto a scaricare un centinaio di persone. Gli autisti ormai conoscono bene la zona, e quindi hanno prontamente indicato dove si trovavano i bagni, in modo che gli ospiti potessero usufruirne per poi partire alla volta di città alta».

La porta automatica

La porta automatica

«La porta automatica dell’ingresso più vicina a dove stazionavano i bus non funzionava. Poco male, abbiamo utilizzato l’altra porta. Quale sorpresa quando ci siamo trovati di fronte al cartello che indicava che i bagni erano chiusi!!! Come dire, al primo maggio non si fa pipì… I miei gentili ospiti hanno ripiegato su McDonald’s, che gentilmente li ha ospitati. Nel frattempo, mi sono detta, compro i biglietti per il viaggio di ritorno con la funicolare. Solo quello di ritorno, in quanto il primo maggio tutti i trasporti Atb funzionano solo a partire dalle 13,30 (vorrei far notare che siamo in piena stagione turistica…). Niente da fare, la biglietteria è chiusa! Il cartello indica di recarsi alla tabaccheria lì accanto. Provvedo. Ma anche lì mi ritrovo la tabaccheria chiusa…».

Il cartello

Il cartello

«A quel punto decido di uscire dall’altra porta automatica per andare allo Iat (che era aperto, ndr) dove, mi dico, magari mi danno qualche informazione in più. Anche lì porta bloccata, oltretutto senza nessun cartello! Nel frattempo i miei ospiti stavano iniziando a risalire sul bus e quindi, dopo essermi scusata per gli inconvenienti e dopo aver tentato di buttarla sul ridere… siamo partiti con destinazione città alta. Benvenuti a Bergamo e buon Expo a tutti!».

La guida ha fotografato anche l’orario in cui il gruppo si trovava in stazione

La guida ha fotografato anche l’orario in cui il gruppo si trovava in stazione


© RIPRODUZIONE RISERVATA