La cooperativa Città del Sole nei locali del «Muro» di via Autostrada

La cooperativa Città del Sole
nei locali del «Muro» di via Autostrada

Per trovare una nuova sede, alla cooperativa Città del Sole è bastato guardare fuori dalla finestra, verso via Autostrada. È lì che la onlus di via Canovine si insedierà ad aprile (il 18 l’inaugurazione), dentro il centro direzionale dalla storia travagliata, prima bloccato e poi ridimensionato nelle volumetrie, a salvaguardia della vista su Città Alta.

Rimasti vuoti per tre anni e mezzo, i piani alti dell’edificio di via Autostrada iniziano a riempirsi di contenuti. Le luci si sono accese e dalle enormi vetrate si intravedono gli operai al lavoro. Come un puzzle, l’iniziativa della Bruman’s prende forma e dopo le aperture di Coop, Farina&Co e il «Mercante di Caffè», si anima anche il centro direzionale. Dove, annuncia Bruno Scarpellini, consigliere delegato della società responsabile dell’intervento, «per Pasqua ci saranno novità, ci sono trattative in corso con importanti realtà per altri spazi del centro direzionale».

A credere fortemente nella partenza del piano di via Autostrada è il presidente della Città del Sole, società cooperativa erogatrice di servizi (principalmente per gli enti locali) nell’area disabili, infanzia, anziani e specializzata nella formazione: «L’edificio ha avuto una storia molto faticosa, ma non abbiamo mai avuto pregiudizi e dopo tanti anni credo che questa sia una nuova fase - spiega Gian Luca Pelegatti -. Non è più l’edificio vuoto di un po’ di tempo fa, ci sono realtà commerciali e da aprile ci saremo anche noi».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola martedì 17 febbraio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA