Martedì 05 Agosto 2014

«Massimo, non sei figlio di Guerinoni»

Bossetti, mercoledì nuovo interrogatorio

Ester Arzuffi, mamma di Massimo Bossetti

«Non sei figlio di Giuseppe Guerinoni, ma di tuo padre, Giovanni». Nel colloquio avuto in carcere sabato con suo figlio Massimo Bossetti, Ester Arzuffi avrebbe ribadito ancora una volta, con convinzione, la sua versione dei fatti: «Non ho mai avuto una relazione con l’autista di Gorno».

Una tesi che contrasta con l’evidenza scientifica: secondo i test fatti eseguire dalla procura, infatti, Massimo Bossetti (il cui profilo genetico coincide con quello di Ignoto 1, scoperto sugli indumenti di Yara) sarebbe figlio di Giuseppe Guerinoni, il conducente di pullman nativo di Gorno e deceduto nel 1999.

Massimo Bossetti - è dunque la ricostruzione degli inquirenti - sarebbe nato da una presunta relazione clandestina avuta da Ester Arzuffi con quell’uomo. Un legame di cui mai nessuno è stato reso partecipe, fino alla scoperta compiuta nei laboratori dell’istituto di medicina legale di Pavia.

«Vorrei chiederglielo, guardandola negli occhi: è vero che sono figlio di Guerinoni?». Una domanda che Massimo Bossetti ha potuto rivolgere a sua madre, durante un faccia a faccia in cella atteso da più di quaranta giorni. «Non è vero, si stanno sbagliando, tu sei figlio di tuo padre, Giovanni», avrebbe ribadito Ester, continuando a sostenere la tesi di un errore da parte degli scienziati.

Mercoledì 6 agosto alle 10, nel carcere di via Gleno a Bergamo, è previsto un nuovo interrogatorio di Massimo Bossetti da parte del pm titolare dell'inchiesta sulla morte di Yara Gambirasio, Letizia Ruggeri.

L'ipotesi è che il magistrato voglia sottoporre al muratore, accusato di aver ucciso la tredicenne e che continua a professarsi innocente, nuovi elementi d'accusa.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 5 agosto

© riproduzione riservata