Giovedì 29 Maggio 2008

La firt lady del Brasile in visita in Provincia
Bettoni chiede attenzione sul caso Pignataro

La first lady del Brasile, Dona Marisa Letícia Lula da Silva (nella foto sotto), moglie del presidente della Repubblica, Inácio Lula Da Silva, è stata ricevuta questa mattina dal Presidente della Provincia, Valerio Bettoni con il Prefetto Camillo Andreana. Valerio Bettoni ha consegnato alla moglie del Presidente brasiliano una lettera chiedendo attenzione e interessamento sul caso del giovane Nicholas Pignataro, di Seriate, ucciso in Brasile, anche per facilitare il recupero della salma.  A ricevere la delegazione brasiliana in Provincia erano presenti diversi assessori con il Presidente del Consiglio provinciale, Emilio Mazza e il sindaco di Bergamo, Roberto Bruni. La visita in Provincia si inserisce in un viaggio che la consorte del Presidente brasiliano sta compiendo in Italia, con una tappa voluta a Bergamo ed a Palazzago, nella terra delle sue radici. Da Palazzago infatti partì il bisnonno di Marisa Letícia, oggi in Lula da Silva.La first lady brasiliana ha firmato l’albo d’onore, su cui ha scritto in portoghese la sua gioia di essere a Bergamo («Io e la mia famiglia siamo molto felici di trovarci a Bergamo, terra dei miei antenati»), poi è stata accompagnata con la delegazione brasiliana dal Presidente prima nello Spazio Viterbi e poi fino a Palazzago.Il bisnonno di Dona Marisa Letícia, Giovanni Casa, era di Palazzago. Risulta essere nato a Pontida il 13 giugno 1884 e residente a Palazzago in via Valle. Si era sposato con Albina Mazzoleni nel 1908. Successivamente Giovanni Casa partì per il Brasile e continuò lì la sua vita. Dona Marisa Leticia risulta iscritta all’anagrafe di Palazzago con i due figli Sandro Luis Lula, 29 anni e Luis Claudio Lula, 22. Lei stessa infatti, il 3 gennaio 2007 ha avuto accesso in Brasile all’Anagrafe degli italiani all’estero, dimostrando di possedere ancora la doppia cittadinanza e di averla tramandata anche ai due figli.(29/05/2008)

a.campoleoni

© riproduzione riservata