La mossa di Gori sui voli notturni: «Limitiamoli, disturbi del sonno»

La mossa di Gori sui voli notturni:
«Limitiamoli, disturbi del sonno»

Aeroporto, ecco la mossa di Gori sui voli notturni: «Dati Asl evidenziano criticità relative ai disturbi del sonno, possibile una limitazione dei voli notturni».

Dopo la lettera ufficiale firmata dai sindaci dell’hinterland per chiedere al premier di impugnare davanti al Consiglio di Stato la sentenza del Tar del Lazio sui voli notturni, arriva la controproposta del primo cittadino del capoluogo: un nuovo documento, sottoposto al Tavolo dei sindaci dei Comuni interessati dalla questione aeroportuale, per approfondire aspetti legati all’indagine Asl, che aveva riscontrato criticità sui disturbi del sonno.

Una strada diversa e parallela all’iniziativa della maggioranza dei sindaci dell’hinterland (Azzano, Bagnatica, Bolgare, Brusaporto, Cavernago, Costa di Mezzate, Grassobbio, Grumello del Monte, Levate, Lallio, Orio al Serio, Seriate e Stezzano) che avevano scelto di inviare una missiva a Renzi per chiedere il suo intervento sulla questione voli notturni. Lettera che il sindaco di Bergamo aveva però deciso di non sottoscrivere (unitamente ai sindaci di Dalmine, Treviolo e Zanica) per alcuni dubbi di natura giuridica, proponendo una soluzione alternativa.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 15/11/2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA