Mercoledì 02 Aprile 2014

La primavera è già in affanno

Break temporalesco alle porte

Pimavera a Bergamo
(Foto by Colleoni)

Ore contate per l’anticiclone: venerdì arriva la prima perturbazione di aprile. Centro Sud nel mirino di piogge e temporali. Meglio da domenica.

La fase mite e soleggiata degli ultimi giorni sarà messa in crisi dall’arrivo di una perturbazione dal Nord Atlantico. «Dopo tanti giorni di alta pressione il Mediterraneo diventerà sede di una bassa pressione cui si associa la prima perturbazione di aprile – anticipa Francesco Nucera di 3bmeteo.com - Primi segnali del peggioramento a partire da giovedì, quando assisteremo a un progressivo aumento delle nubi dai versanti occidentali».

Le precipitazioni, anche sotto forma di rovescio o temporale, interesseranno dapprima la Sardegna, per poi estendersi entro sabato a gran parte delle regioni centro meridionali.

Venerdì sarà la giornata peggiore. Piogge e temporali interesseranno Sardegna, gran parte delle regioni Centrali, nonché Molise e Campania. Sarà meno coinvolto il Nord, con qualche pioggia limitata su basso Piemonte, Liguria, Lombardia meridionale ed Emilia Romagna. Sabato toccherà poi anche a Calabria e Sicilia. La prossima settimana dominerà invece l’alta pressione.

«Il break temporalesco sarà intenso ma rapido, tanto che da domenica è previsto un graduale miglioramento – conclude Nucera -. In primavera i peggioramenti non durano più di tre giorni. Anche il repentino “sali e scendi” delle temperature sarà un’ulteriore conferma della accesa dinamicità tipica delle stagioni di mezzo».

Dopo l’iniziale aumento delle temperature, a causa dei venti di Scirocco entro domenica è attesa una diminuzione anche di 5/7 gradi per via di correnti più fresche da Nord. Un nuovo aumento è poi previsto da lunedì, quando per buona parte della prossima settimana tornerà l’alta pressione.

© riproduzione riservata