La rabbia dei pendolari bergamaschi «Regione, Trenord: non siamo animali»

La rabbia dei pendolari bergamaschi
«Regione, Trenord: non siamo animali»

Un’altra giornata da dimenticare per i viaggiatori bergamaschi, che sfogano la loro rabbia su Facebook.

Treni in ritardo, soppressi o in viaggio senza aria condizionata e finestrino bloccati. E i pendolari perdono la pazienza: «Dling dlong. Avviso di servizio a Regione Lombardia e ‪#‎Trenord‬: forse non lo sapete ma i viaggiatori non sono animali. Dopo 10 ore di lavoro vorrebbero tornare a casa in un treno dove ci si possa sedere e con una temperatura interna inferiore ai 40 gradi» scrive il Comitato pendolari bergamaschi sul suo profilo Facebook.

Dling dlong. Avviso di servizio a Regione Lombardia e #Trenord: forse non lo sapete ma i viaggiatori non sono animali....

Posted by Quellideltreno - Comitato Pendolari Bergamaschi on Lunedì 6 luglio 2015

«Paghiamo un abbonamento, siamo contribuenti ma i nostri soldi dove vanno? Finiscono in un autosalone per la nuova Bmw di qualche figlio di dirigente? Ok, siamo provocatori ma con i finestrini bloccati e senza aria condizionata perdiamo il lume della ragione. Vergogna».


© RIPRODUZIONE RISERVATA