La rivolta dei piccoli Comuni «Unioni? No, da soli si risparmia»

La rivolta dei piccoli Comuni
«Unioni? No, da soli si risparmia»

I piccoli Comuni si alleano per far fronte all’obbligo di aggregazione per la gestione dei servizi imposto dalla legge statale tramite la Regione.

La rivolta parte dalla Valle Brembana dove due municipi, Branzi e Olmo, si sono fatti sottoporre a una radiografia per un anno. Il risultato dello studio di Eupolis, centro di ricerca della Regione, è clamoroso: i nostri due piccoli Comuni sono già efficienti e risparmiano più di quanto previsto dalla legge.

Una contraddizione che ha portato Branzi e Olmo a trainare tutta la Val Brembana per chiedere una deroga alle unioni imposte per legge. «Siamo già efficienti – dicono i sindaci – con servizi aggregati tra Comuni per una gestione di economicità. E lavoriamo pure gratis perché i nostri municipi possano sopravvivere».


Due pagine su L’Eco di Bergamo in edicola il 17 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA