La storia in 30 mila foto l’archivio Dalmine si fa social

La storia in 30 mila foto
l’archivio Dalmine si fa social

Industree Communication Hub presenta la nuova piattaforma online di Fondazione Dalmine progettata e realizzata da O-One, agenzia del Gruppo specializzata in digital communication.

www.facciaafaccia.org di Fondazione Dalmine è ufficialmente online da martedì 25 novembre, in occasione del workshop «Cadere nella rete», dedicato ad archivi, musei e sfide del web, appuntamento annuale organizzato da Museimpresa, Assolombarda e Confindustria durante la Settimana della Cultura d’impresa.

Foto d’epoca dello stabilimento

Foto d’epoca dello stabilimento
(Foto by Archivio Fondazione Dalmine)

Il sito realizzato da O-One, unit digital di Industree Communication Hub, presenta in chiave contemporanea l’archivio di Fondazione Dalmine, nata su iniziativa di TenarisDalmine con l’obiettivo di promuovere la cultura industriale italiana valorizzando la storia di un’impresa siderurgica radicata nel territorio da oltre un secolo.

Il nuovo sito www.facciaafaccia.org, che raccoglie fotografie degli archivi storici delle aziende Tenaris nel mondo e personali donate da dipendenti e familiari, si contraddistingue per la veste grafica rinnovata, presentando indicizzazione sui search engine e contenuti riorganizzati nell’ottica di un maggiore user engagement.

La Fondazione è stata istituita per la conservazione dell’archivio storico dell’impresa, costituito da oltre 65.000 fascicoli, 30.000 fotografie, 5.000 disegni architettonici, 2.000 volumi, video e oggetti a partire dal 1906, per facilitarne l’accesso ad un pubblico differenziato, realizzare studi e ricerche nei campi della business history e divulgarne i risultati attraverso mostre, eventi e seminari.


(Foto by Archivio Fondazione Dalmine)

Il progetto www.facciaafaccia.org rende le fotografie dell’archivio facilmente fruibilità parte degli utenti grazie ad una suddivisione in più sezioni: primo piano (proposte di percorso/novità), anni, luoghi, temi, società, album (personali dei dipendenti) e tipologia. L’esperienza di navigazione si fa intuitiva, utile e social: la possibilità di commentare e condividere le immagini anche su Facebook, Twitter e Pinterestaumenta il coinvolgimento degli user e incrementa la visibilità del progetto sul web.

«La nuova piattaforma online e l’attivazione dei canali social - spiega Carolina Lussana, responsabile di Fondazione Dalmine - rispondono in pieno al nostro obiettivo di promuovere la diffusione della cultura industriale italiana, non solo rivolgendoci al mondo della ricerca universitaria e della scuola, ma anche ad un pubblico più vasto». A breve online anche il sito corporate www.fondazionedalmine.org.


© RIPRODUZIONE RISERVATA