Mercoledì 31 Agosto 2011

«I ragazzi siano sempre al centro»
Il provveditore saluta i docenti

L'inizio della scuola si avvicina e arriva il saluto del dirigente dell'Ufficio scolastico territoriale di Bergamo (ex Provveditorato agli Studi), Patrizia Graziani, ai neoassunti in ruolo nella scuola e di augurio ai docenti e al personale Ata che entrano in servizio nelle scuole bergamasche statali con un contratto a tempo indeterminato.

Si tratta di 1.212 le assunzioni in ruolo stabilite dal Ministero (437 docenti e 775 Ata di cui 587 collaboratori scolastici), un contingente più che quadruplicato rispetto allo scorso anno che si attestava a 277 unità (143 docenti e 134 Ata).

«Auguri di buon lavoro a tutti voi, docenti e personale amministrativo, tecnico e ausiliario, neoassunti in ruolo nella nostra scuola bergamasca. Il contratto a tempo indeterminato è un traguardo importante oltre che un punto di partenza verso nuove professionalità e competenze - scrive Patrizia Graziani -. Voi insegnanti rivestite un ruolo determinante per la crescita positiva delle giovani generazioni, in partnership educativa con le famiglie dei nostri studenti e in collaborazione con il territorio quale comunità educante. Il vostro è un impegno didattico quotidiano, delicatissimo e gratificante, per la trasmissione di valori e di saperi, in situazioni anche complesse e di cambiamento».

«È fondamentale che i nostri bambini e i nostri ragazzi, risorse per la società del futuro, siano al centro di un sistema educativo e formativo serio, rigoroso e al tempo stesso accogliente, in grado di coltivare e premiare le eccellenze, promuovere inclusione e integrazione, porre particolare attenzione alle situazioni di maggiore fragilità, valorizzare le inclinazioni personali di ciascuno, leggere e rispondere ai bisogni di tutti. Il personale scolastico non docente, con compiti e profili diversi, costituisce una risorsa importante nella scuola dal punto di vista amministrativo, organizzativo, gestionale e non solo. In molti casi il personale Ata è anche chiamato a collaborare con i docenti per varie operazioni di supporto all'organizzazione scolastica di spazi e di tempi. L'Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo, che ho l'onore di guidare, intende farvi sentire la propria particolare vicinanza, consapevole che la vostra professionalità costituisce un patrimonio da valorizzare e accrescere, anche con le annuali attività di formazione. A nome di tutta la comunità scolastica, dunque, desidero salutarvi e rinnovarvi gli auguri per un buon inizio e un buon anno scolastico».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata