«Passpartù» apre le porte
Un concorso per raccontare i Cre

Anche se le piogge di questi ultimi giorni hanno fatto pensare a tutto tranne che all'estate, è ormai tempo di vacanze e per tanti ragazzi è tempo di Cre, i centri ricreativi estivi organizzati come di consueto dagli oratori bergamaschi.

«Passpartù» apre le porte Un concorso per raccontare i Cre

Anche se le piogge di questi ultimi giorni hanno fatto pensare a tutto tranne che all'estate, è ormai tempo di vacanze e per tanti ragazzi è tempo di Cre, i centri ricreativi estivi organizzati come di consueto dagli oratori bergamaschi.

Per questa edizione 2012 «L'Eco di Bergamo» vuole sottolineare la sua vicinanza a questo mondo con  PassParTu, il concorso organizzato in collaborazione con Ubi-Banca Popolare di Bergamo, che si propone di premiare tutti gli oratori che si racconteranno attraverso testi, fotografie, pensieri e disegni. E non a caso il nome del concorso riprende quello del progetto dei Cre di quest'anno, che gira intorno all'attenzione educativa di dare valore alla parola, perché è con la parola che possiamo entrare dappertutto.

Passepartout, appunto. «Visto il tema di quest'anno – spiega don Michele Falabretti, direttore dell'Ufficio pastorale dell'età evolutiva – questa iniziativa del giornale cittadino era auspicabile perché ci è sembrato importante e interessante che i bambini possano confrontarsi con chi della parola ne ha fatto una professione».

Il concorso su L'Eco - Il concorso, infatti, darà visibilità su una pagina pubblicata su «L'Eco di Bergamo», dal lunedì al venerdì, ai migliori contributi inviati da tutti i Cre di città e provincia al sito internet www.ecodibergamo.it/caseinfesta.
Come prima cosa per poter partecipare è necessario registrarsi al sito dedicato, dopodiché è possibile inviare il materiale: «Il giornale oggi si presta a diversi livelli di comunicazione – sottolinea don Falabretti – e dunque ben venga questa iniziativa che coniuga le diverse modalità con cui oggi si diffondono le notizie. I Cre sono un'attività con una struttura consolidata e la presenza per la prima volta del giornale non può che essere da stimolo per organizzare e creare nuove attività e nuovi momenti di condivisione di quanto viene fatto. In altre parole – ribadisce don Falabretti – grazie a questa iniziativa, e soprattutto grazie ai contributi che verranno inviati, siamo certi che emergeranno tutte le cose belle che ogni giorno accadono nei Cre».

Racconti, foto e disegni - Tanti possono essere gli spunti per raccontare la vita del proprio centro estivo, dal racconto dei tanti laboratori realizzati, a quello del momento della pausa merenda dove probabilmente torte e gelati la fanno da padroni, alla cronaca delle partite di calcio, di pallavolo o altro che vengono disputate.

«Le Olimpiadi di Londra ci fanno un baffo. Nel nostro Cre ogni pomeriggio ci sono tornei di ogni tipo. Ecco la cronaca della partita più importante di tutta l'estate». E ancora: «Pullman, pranzo al sacco, cappellino e via per la gita! Resoconto di una giornata lontani dal nostro oratorio!». Potrebbero essere questi alcuni spunti da cui prendere il via per scrivere un breve testo con cui concorrere a PassParTu.

Spazio naturalmente anche a tutto ciò che può essere documentato in modo divertente e curioso grazie al disegno e alla fotografia. Insomma, non c'è limite alla creatività e alla fantasia per testimoniare in modo intelligente e divertente quel piccolo mondo che sono i Cre. Da non dimenticare che  le tante attività e iniziative che ogni giorno prendono forma nei Cre si devono agli animatori, al loro impegno e al loro entusiasmo. Ecco allora che PassParTu ha pensato anche a loro. Grazie infatti a un coupon, pubblicato sul giornale, i ragazzi potranno votare il loro animatore preferito. Al termine della pubblicazione del coupon, il 15 luglio, i 5 animatori più votati consentiranno ai relativi oratori di vincere dei regali supertecnologici come computer, tv e macchine fotografiche digitali. A settembre grande festa finale per tutti.

Tiziana Sallese

© RIPRODUZIONE RISERVATA