Giovedì 14 Aprile 2011

«Sviluppo dei servizi»
L'Atb vince il primo premio

Atb, gruppo bergamasco di trasporto pubblico e mobilità, si è aggiudicato il primo premio nella categoria «Service Improvement Award» – Premio per lo sviluppo dei servizi - della prima edizione del «PTx2 Awards», concorso internazionale per contribuire al raddoppio della quota di mercato del trasporto pubblico.

Il direttore di Atb e amministratore delegato di Teb, Gian Battista Scarfone ha partecipato alla cerimonia di premiazione che si è svolta questa mattina in occasione del 59th Uitp World Congress & Exhibition a Dubai. Il concorso, indetto da Uitp - The International Association of Public Transport – l'Associazione a cui aderiscono le aziende di trasporto di tutto il mondo, ha come obiettivo la condivisione e la valorizzazione di iniziative e best practices adottate nel trasporto pubblico dalle aziende del settore con l'obiettivo di duplicare i passeggeri del tpl entro il 2025.

La selezione, avvenuta tra 155 candidature provenienti da 43 paesi del mondo, prevedeva come requisiti necessari per la valutazione dei progetti: l'ambiziosità degli obiettivi da raggiungere, il progress degli obiettivi e dei risultati, la realizzazione degli stessi non prima dell'anno 2009 e il coinvolgimento di più soggetti. «Dedico questo importante risultato a tutta l'azienda e a tutte le persone che lavorano ogni giorno con professionalità al servizio della mobilità collettiva a Bergamo da più di cent'anni» è il commentato del presidente di Atb, Giancarlo Traini.

«Siamo entusiasti di questo eccellente risultato - dichiara il direttore di Atb e amministratore delegato di Teb, Gian Battista Scarfone, che ha ritirato la targa – porterò all'Azienda, al territorio e a tutte le Istituzioni che hanno saputo fare rete, un premio che ci rende orgogliosi del lavoro svolto sino a oggi e che rappresenta un ulteriore incentivo a fare meglio e sempre di più».

L'AZIENDA E IL PROGETTO
ATB, che dal 1907 offre, progetta e gestisce servizi e sistemi tecnologicamente avanzati per il trasporto collettivo di persone e per la mobilità sostenibile, si è aggiudicata la finale del concorso internazionale con il Piano strategico della mobilità del territorio di Bergamo. Nel documento presentato, sono sintetizzate le azioni messe in atto negli ultimi anni e i progetti per migliorare la mobilità in futuro, con l'obiettivo di incrementare la quota di mercato del trasporto pubblico. La mission di ATB, da più di cento anni, è quella di essere punto di riferimento e fattore decisivo nel sistema del trasporto collettivo di persone e nei sistemi della mobilità integrata per qualità, sicurezza e competitività nel pieno rispetto dell'ambiente e in sintonia con il contesto territoriale. Dal passato al presente, dal presente al futuro, il gruppo ATB ha percorso passaggi fondamentali di sviluppo di molteplici attività fra loro integrate, che nel corso degli anni si sono ampliate sia nell'ambito dei servizi di trasporto (funicolari, autobus e tram) sia dei servizi per la mobilità (servizi di Info Mobilità e Centrale della Mobilità, Pianificazione della Mobilità e Intermodalità, Bike sharing e iniziative di promozione e sensibilizzazione della mobilità sostenibile).

Nel progetto presentato a Uitp, particolare attenzione è statari servata alla realizzazione e attivazione della rete tramviaria, partendo dalla linea T1 Bergamo-Albino, inaugurata nel 2009, che ha visto il Gruppo ATB protagonista sia nella fase di realizzazione dell'infrastruttura, attraverso la società partecipata Teb - Tramvie Elettriche Bergamasche Spa - sia nella gestione del servizio tramviario, integrato con il trasporto pubblico su gomma. La linea T1 rappresenta la prima parte di un sistema più complesso e integrato che include la linea T2 Bergamo-Villa d'Almè in Valle Brembana; in prospettiva la linea cittadina T3 via Corridoni - nuovo ospedale «Papa Giovanni XXIII»; la realizzazione del collegamento ferroviario fra la città e l'Aeroporto di Orio al Serio e le potenzialità di sviluppo di un sistema “tram-train” sulla rete ferroviaria locale.

Il progetto complessivo di mobilità per la città di Bergamo mira ad aumentare la quota di passeggeri del trasporto pubblico locale grazie alla qualità dell'offerta: gestione integrata della mobilità (trasporto pubblico, traffico privato, bike sharing, spostamenti ciclo-pedonali) e servizi complementari (sistema tariffario integrato con l'area extraurbana, parcheggi, piste ciclabili).

a.ceresoli

© riproduzione riservata