Martedì 15 Giugno 2010

«Tocca» una quindicenne
panettiere condannato a 2 anni

Le aveva offerto un passaggio sul furgone con cui stava consegnando pane a domicilio. Ma, durante il tragitto, avrebbe cominciato ad allungare le mani su di lei, una ragazzina all'epoca quindicenne. Con l'accusa di violenza sessuale su minore, lunedì un romeno 55enne è stato condannato a due anni con pena sospesa. La vicenda sarebbe accaduta lo scorso luglio lungo la provinciale della Valgandino.

La ragazza abita in un paese della zona, l'uomo - che da tempo è tornato in Romania - all'epoca lavorava per un panificio della valle. Erano le 7,30 del mattino, la ragazzina aveva intenzione di raggiungere in autobus il fidanzato che abita in un paese vicino. La quindicenne aveva però perso la corsa e così s'era messa a fare autostop. Il romeno che, al volante del furgone della panetteria per cui lavorava, stava effettuando consegne a domicilio, s'era fermato dicendosi disposto a darle un passaggio. La ragazzina era salita, ma durante il tragitto il cinquantacinquenne, secondo l'accusa, aveva cominciato a rivolgerle proposte indecenti e volgari. Di fronte all'imbarazzo della minorenne, l'uomo era passato ai fatti.

La giovane era riuscita a fuggire quando il romeno s'era fermato ed era sceso davanti a un'abitazione per consegnare un sacchetto di pane. La quindicenne s'era allontanata e aveva chiamato al telefono il fidanzato, che l'aveva immediatamente raggiunta, trocvandpo pi il responsabile dell'accaduto.

Leggi di più su L'Eco in edicola martedì 15 giugno

a.ceresoli

© riproduzione riservata