Martedì 10 Aprile 2007

Lavoro, incidente in ditta a Treviglio

Un altro infortunio sul lavoro nella Bergamasca. Questa volta è accaduto a Treviglio, alla D.T.E., ditta specializzata nella costruzione di trasformatori elettrici: un operaio è rimasto seriamente ferito mentre lavorava su un macchinario che - secondo una prima ricostruzione - avrebbe «risucchiato» l’indumento dell’operaio. L’uomo ha riportato la frattura dell’avambraccio destro ed è stato sottoposto a un intervento chirurgico: la prognosi, salvo complicazioni, è di 50 giorni.
Il fatto è accaduto poco dopo le 10, nel capannone della ditta che ha sede in via Monte Sant’Elia, nella vecchia zona artigianale. L’operaio stava lavorando su una macchina avvolgitrice, usata per arrotolare il filo contenuto dai trasformatori elettrici. Sembra che nel compiere il giro di avvolgimento, l’apparecchiatura abbia preso l’indumento dell’operaio, trascinando lentamente l’avambraccio e spezzando l’arto all’operaio. Immediato il soccorso da parte dei colleghi di lavoro e l’allarme al 118. Subito è intervenuta un’automedica e precauzionalmente sono arrivate in ditta anche due squadre dei vigili del fuoco volontari di Treviglio. Una volta liberato dal macchinario, il ferito è stato trasportato al pronto soccorso del vicino ospedale: vista la serietà del trauma, i medici hanno deciso di sottoporre subito l’uomo ad un intervento chirurgico.
(10/04/2007)

a.campoleoni

© riproduzione riservata